Stop al razzismo part II

Pubblicato: 1 dicembre 2008 da 3my78 in POLITICA, RIFLESSIONI
Tag:, , , , , , ,

manifesto-razzismo-italianoSecondo il rapporto 2008 dell’ agenzia europea per i diritti fondamentali l’Italia si classifica all’ultimo posto con 144 episodi di intolleranza razziale. Sì sì all’ ULTIMO POSTO!

Questi dati fanno riferimento all’anno 2006. Non 30 anni fa, ma 2 anni fa. Cmq per snocciolare qualche altro dato… La fa da padrone la Gran Bretagna con 60.407 casi di intolleranza. La Germania con 18.132, il Belgio con 1.135, la Francia con 923… Intanto io sorrido!
Sì sorrido. Perché in un passato molto recente ho sentito montare casi e casistiche preoccupanti. Tg allarmati, speciali tv, giornali sinistrini urlanti e sbraitanti, blog in ebollizione… Vedevo solo articolo sul razzismo!!! Cazzo gli italiani sono tutti razzisti!!! Cazzate, come dicevo, come temevo. Magra consolazione…

Ora mi domando; quante intolleranze ci sono state da parte degli “stranieri” ai nostri danni? Secondo me molte di più di 144… Allora come facevano i vari “disinformini” quando cavalcavano la paura e le ignoranze degli italiani gridando “l’Italia è razzista” ora posso prendere la mia rivincita e dire che gli stranieri sono tutti dei delinquenti? Posso farlo? Sì??? No, non lo faccio perché sarebbe un insulto alla mia intellegenza… Ma riflettete bene, anche voi che avete rotto i coglioni con i tanti articoli nei blog… Non vi sentite un po’ presi per il culo? Un po’ fuori posto… Non pensate che dovreste chiedere scusa per tutto il fango tirato “all’Italia razzista”? Spero di sì.

Vi lascio, sempre sorridendo, il primo articolo che feci sul razzismo in Italia… Clicca e sorridi anche tu.
Saluti
commenti
  1. Willo ha detto:

    Sono solo 11 i paesi che forniscono dati esaustivi che permettono di elaborare dei trend affidabili in materia. L’Italia purtroppo non figura tra questi ed addirittura pesa come aggravante il fatto di essere anche fra quei 14 paesi che finora non hanno pienamente trasposto la direttiva 2000/43/CE sulla discriminazione basata sull’origine etnica e sulla razza. Nonostante il giudizio positivo espresso sul funzionamento dell’organismo nazionale preposto alla lotta alle discriminazioni (UNAR), al nostro paese vengono imputate responsabilità relative alla mancata attuazione dell’obbligatorietà nella condivisione dell’onere della prova, l’ insufficiente protezione dei discriminati ed un’incorretta definizione del concetto di molestia razziale.
    In tutti gli altri casi riguardanti gli altri Paesi membri dell’UE, nel rapporto si evince che l’incompleta trasposizione della direttiva summenzionata e questo soprattutto a causa della mancanza di un organismo predisposto alla lotta alle discriminazioni, denominato più precisamente a livello giuridico “equality body”.
    Il rischio che si corre è quello di non riuscire a far sì che l’uguaglianza dei diritti e la protezione dal razzismo e dalla discriminazione siano garantite nella pratica e non rimangano invece lettera morta. Secondo le maggiori ONG, intervenute durante la presentazione del rapporto, la situazione è già grave visto che lo stesso rapporto non tiene conto di una valutazione dell’impatto della retorica dei politici e non contiene neanche un’ analisi sulle sanzioni nei confronti di chi non applica la direttiva. A loro avviso è proprio l’inadeguatezza degli strumenti messi a disposizione dell’Agenzia europea dei Diritti Fondamentali che non consente alla stessa di monitorare efficacemente e di difendere concretamente l’applicazione di tutti i diritti e le libertà previste nella Carta dei Diritti fondamentali dell’Unione Europea….

    http://www.paceediritti.it/wcm/pace_diritti/sezioni/diritti_europa/articoli_diritti/rapporto_fra.htm

  2. Charles Huxley ha detto:

    A me basta sapere che l’Italia è in quella lista per vergognarmi…
    Ci basta essere i meno-peggio?
    Non sarebbe meglio prendere esempio dai migliori…
    Mah!?

  3. Willo ha detto:

    Il fatto puro e semplice é che il razzismo é tanto vergognoso quanto inevitabile. Non é neanche una questione di razza, ma di diversitá…. e sappiamo che la diversitá da noia a tutti, italiani, norvegesi, cubani, cileni, coreani…. ecc… LA PAURA DEL DIVERSO. UUUUUUUUUUU!!!!

    Ricordo un vecchio post del blog willowland in cui parlavo delle leggi olandesi per le adozioni per le coppie gay. Fu detto che era un abominio e credo che molti italioti la pensino alla stessa maniera.
    LA PAURA DEL DIVERSO…. L’OMONERO, CON L’UCCELLO GROSSO…. PAURA CHE TE LO SCHIAFFI DIDIETRO???? AH. AH. AH!!!!

    Siamo molto lontani dal nuovo umanesimo, purtroppo…. viviamo un’era intollerante, bigotta, ignorante.
    Prepariamoci al peggio!!!

  4. elena ha detto:

    il razzismo è sempre esistito e esisterà sempre. e con esso anche la paura del ‘diverso’, che secondo me già a dirlo è un’assurdità. willo, io concordo a pieno a quello che hai detto, però dissento sul fatto che tutti gli italiani siano contrari alle adozioni per le coppie gay! io sono a favore a riguardo e penso di non essere l’unica. se guardiamo alla storia, l intolleranza è sempre esistita, dalla persecuzione dei cristiani ai tempi di Nerone (si parla di millenni fa!), fino ad arrivare a oggi. non è l’era in cui viviamo ad essere intollerante e ignorante, usando tue parole, ma forse è l’uomo che per la sua troppa consapevolezza delle diversità, e proprio in virtù del suo passato razzista (nazismo e leggi razziali), si sente quasi autorizzato a discriminare il diverso. nessuno NASCE razzista.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...