IL FOTOGRAFO DEL TEMPO

Pubblicato: 16 febbraio 2009 da Willoworld in FOTOGRAFIA
Tag:, , ,

foto1

Justin Quinnell è un fotografo inglese che ha battuto ogni record di lunga esposizione. La foto che vedete qui sopra è il risultato di un singolo scatto durato ben 6 mesi, dal 19 dicembre 2007 al 21 giugno 2008. Le strisce che vedete sul cielo di Bristol, la città dove è stata scattata questa foto, segnano il passaggio del sole dal solstizio d’inverno a quello d’estate.

foto2

Ma il progetto dell’americano Jonathon Keats è ancora più ambizioso: acquisire un immagine positiva su un supporto nero attraverso una singola esposizione di 100 anni! Per fare una cosa del genere ha costruito una macchina fotografica a prova di secolo (vedi foto).
L’esperimento è in corso in una delle camere dell’Hotel des Arts di San Francisco. Lo scopo di Jonathon Keats è quello di fotografare il tempo. Realtà o fantasia? Arte o provocazione?

L’artista concettuale americano non è nuovo a queste esibizioni. Tempo fa cercò di determinare scientificamente a quale specie appartiene Dio nell’albero filogenetico, e nel 2003 acquisì il copyright del suo cervello come scultura neurale, con lo scopo di sopravvivere per 70 anni alla sua stessa morte (seguendo le leggi del copyright). Insomma, un tipo davvero spumeggiante questo Keats! Ma se riuscirà per davvero a fotografare il tempo, lo sapranno forse i nostri nipoti.

FONTI: http://www.mentalfloss.com/blogs/archives/21666

http://gizmodo.com/gadgets/gadgets/gizmodo-imterview-jonathon-keats-115322.php

Annunci
commenti
  1. Neechee ha detto:

    Togo!!!e io che mi limito a sperimentuccoli!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...