CITTADINO DEL MONDO

Pubblicato: 31 marzo 2009 da Willoworld in PENSIERO, POLITICA, RIFLESSIONI
Tag:, , , ,

Guardare l’Italia dallo spioncino delle alpi, mentre l’Europa prova a consolidare una certa identità (che forse troverà solo tra qualche secolo), è diventato puro intrattenimento. E siccome a me l’intrattenimento non interessa, vorrei provare a smetterla di guardare.
Pur sentendomi cittadino del mondo, non posso però negare le miei radici, o almeno parte di quelle. Perché devo ammettere che mi sono sempre sentito più cittadino del mondo che cittadino italiano.

A tutti coloro che vogliono un’Italia migliore, mi sento di dire che l’Italia Migliore esiste giá, ma non per loro. Ricordiamoci che di facce sorridenti e di aitanti giovani con mille sogni come quelli della recente festa del PDL, l’Italia ne è piena. E poco importa se sono invasati, fascisti, idolatori, sciocchi, meschini, superficiali (in fondo è solo il vostro (nostro) punto di vista che li dipinge così). L’Italia del 2009 è questa. Quella di Amici, quella dell’Isola, quella dei politicanti sulle poltrone di Vespa, quella dei giornali assoggettati ai partiti, quella del presidente Berlusconi, che merita di stare dove sta. Presidente di un paese così!

Non pecchiamo d’arroganza. Non crediamoci paladini della giustizia, e padroni della verità. Se crediamo nella democrazia (io non ci credo) dobbiamo dare a Cesare quel che è di Cesare. Il PDL è il primo partito, ha perso una valanga di voti, sono più forti, sono migliori, sono l’Italia Migliore. Se dici il contrario non puoi credere a questa democrazia, non ti pare?

Il contro movimento, che non è neanche la sinistra intendiamoci, non può aspettarsi di rovesciare un impero (costruito nelle menti delle persone, prima che sul territorio) per il quale questi tipi hanno lavorato più di venti anni. Le fondamenta poi erano quelle vecchie del fascismo, che purtroppo non sono mai state sradicate. Per i signori delle antenne TV è stato più facile del previsto, ma ci sono volute comunque due decadi.

A mio avviso le soluzioni sono tre:
1-    Continuare a combattere per trasformare questa “loro” Migliore Italia” nella “nostra” Migliore Italia”. La scelta più onorevole e coraggiosa. Non aspettatevi risultati in tempi brevi. Serve una nuova generazione, e soprattutto un po’ di modestia. Come ho detto, loro si meritano tutto quello che hanno raggiunto, anche se spesso lo hanno ottenuto illegalmente.
2-    Diventare come loro. Perché no? In fondo si divertono, con i loro aperitivini, le canzoncine stupide, gli abiti firmati, i sogni piena di mediocrità, le relazioni fuggenti e inutili, i sorrisi, il calcio, le auto… Spengete l’interruttore e il gioco è fatto.
3-    Andarsene! Io l’ho fatto e ne sono felice. Se vi sentite come me, cittadini del mondo, e l’Italia non la sentite più vostra, fate le valige! C’è un altro mondo fuori dallo stivalone. Si mangia peggio, a volte il tempo fa schifo, ma esistono altre soddisfazioni nella vita!

QUESTO ARTICOLO RISPONDE AL POST DI 3MY78 NEL BLOG IN DUBIIS ABSTINE

Annunci
commenti
  1. […] devo ammettere che mi sono sempre sentito più cittadino del mondo che cittadino italiano… continua… « Prima IL CUORE DELLA LUCERTOLA Marzo 30, […]

  2. 3my78 ha detto:

    Ieri non ho fatto in tempo a postare l’articolo su I Silenti. Ora ho letto la tua risposta e con rammarico non posso che darti ragione. Con rammarico perché significa che l’Italia va a rotoli se siamo a questo punto, se anche io come te, come tanti, pensiamo che l’unica soluzione è andare via dal proprio Paese.
    Cmq anche se non cambierà niente a breve almeno la soddisfazione di non appoggiare questi signori non me la toglierà nessuno.
    Grazie Willo per questa risposta che trovo interessantissima, spero che venga letta da molti 🙂

  3. willoworld ha detto:

    Grazie a te, caro., per la tua preziosissima collaborazione.

    Ti indico un video interessante, che puoi anche riportare sul tuo blog.

    Ciao!

  4. 3my78 ha detto:

    Ah sì lo avevo visto e mi chiedo se i sostenitori della Lega si sentano presi per il culo o no dopo questo video. Io fossi uno di loro opterei per il sì, ma l’onestà intellettuale in Italia non paga mai quindi resto con il dubbio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...