JAMENDO: AMBASCIATOR NON PORTA PENA….

Pubblicato: 19 giugno 2009 da Willoworld in INTERNET, MUSICA
Tag:, , , ,

Jamendo

In passato questo sito ha appoggiato entusiasticamente l’iniziativa di Jamendo, un portale che promuove musicisti indipendenti che abbracciano l’idea del copyleft e che consente la condivisione di musica on-line gratuitamente. Si tratta sicuramente di un servizio in espansione che ha i suoi costi e le sue necessità, e forse sono arrivati al punto in cui la pubblicità non basta più a coprire le spese. Però…

Ma partiamo dall’inizio. Uno dei collaboratori dei Silenti, Charles Huxley, più di un anno fa, propose a Jamendo un accordo per promuovere la musica dei suoi artisti nei locali, senza dover passare per la SIAE. Per fare ciò Charles incominciò a contattare direttamente i musicisti sul social network Jamendo, e molti di questi gli risposero entusiasti. Andava semplicemente firmato un modulo in cui l’autore dichiarava che acconsentiva alla trasmissione della propria musica nei vari locali.

Dopo qualche giorno lo staff di Jamendo contattò Charles per comunicargli che i suoi interventi sul social network erano considerabili alla stregua di spam e che doveva immediatamente interromperli. Perciò Charles mandò tutto a puttane, amareggiato dal fatto di aver speso molte ore dietro a un progetto che non avrebbe mai visto la luce.

E invece la luce finalmente l’ha vista, perché Jamendo ha appena lanciato l’iniziativa Ambasciatore, in cui qualsiasi suo utente potrà proporre ai titolari di locali di registrarsi alla versione PRO di Jamendo (quella a pagamento) per poter trasmette nei loro esercizi pubblici la musica degli autori di Jamendo senza passare per la SIAE. Questi ambasciatori verranno retribuiti con dei “regali”.

Ovviamente tutto ciò è alquanto sconfortante. All’inizio tutti noi pensavamo che Jamendo potesse essere il futuro della condivisione legale di musica su internet, e credevamo che i creatori di Jamendo avessero fini più nobili. In realtà si tratta pur sempre di un servizio on-line, con le sue necessità. Però il povero Charles se l’è giustamente presa a male, e forse a quelli di Jamendo è piaciuta così tanto la sua iniziativa che li è venuta l’idea dell’Ambasciatore… chissà!:)

Bookmark and Share

Annunci
commenti
  1. […] e forse sono arrivati al punto in cui la pubblicità non basta più a coprire le spese. Però… continua… « Prima ELIA IN CERCA DI AMICI NELLO SPAZIO Giugno 18, […]

  2. francescobaruffi ha detto:

    grazie della segnalazione!

    http://socialbuzzlife.wordpress.com

    Francesco

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...