SILENZIO ASSOLUTO SULLE NUOVE USCITE… MA NON SU TUTTE

Pubblicato: 28 aprile 2011 da Willoworld in MUSICA
Tag:, , ,

La discrezione sembra sia diventata il nuovo talento dei musicisti, o almeno di alcuni di questi. È ammirevole l’impegno che viene messo nel nascondere fino all’ultimo i contenuti di un nuovo album, se si pensa che viviamo in un mondo in cui l’informazione circola alla velocità della luce. Mi domando come abbiano fatto ad esempio i Dream Theater a tenere segreto il nome del nuovo batterista (e ancora oggi non si sa chi è!), nonostante sia già stato registrato il nuovo album e la band si stia preparando per il tour. Anche sul nuovo disco non si sa assolutamente nulla…

Riguardo proprio ai Dream Theater, ritengo che abbiano fatto un piccolo capolavoro proponendo questa sorta di “talent show” basato sulle audizioni del nuovo drummer, messo su youtube dalla label Roadrunners Records. Un’idea geniale, realizzata davvero bene (vedi il primo episodio qui sopra) per coinvolgere i fan piangenti per la dipartita di Portnoy a partecipare fin da subito al nuovo corso della storica band newyorchese.

Anche i Mars Volta, altra band che amo molto, sono sul punto di rilasciare il nuovo album, ma neanche lo storico tastierista Owens ci sa dire qualcosa a riguardo. Sembra che qualsiasi informazione sul sesto lavoro di Omar e Cedric (in versione short-hair) sia praticamente inaccessibile, e ad ogni domanda in proposito i due rispondono prontamente con la loro solita vaghezza. Beh, bravi davvero, se si pensa che la musica era già pronta lo scorso settembre.

Non si può dire lo stesso degli Incubus, che tornano con un nuovo album dopo cinque anni dal loro ultimo Light Grenades. A due mesi dal rilascio di questo attesissimo lavoro, è uscita in rete la versione pirata. Il disco, come ci aveva accennato Mike in una recente intervista, è davvero qualcosa di diverso. Può darsi che la strategia degli Incubus sia totalmente diversa da quella delle altre due band sopra citate. Non sarebbe la prima volta che un artista fa uscire di proposito una copia pirata prima dell’uscita ufficiale dell’album, per una logica di mercato opposta a quella basata sulla curiosità dei fan. Se il disco è buono come sembra, anche se dovrò aspettare due mesi, non credo che mi dispiacerà mettere mano al portafoglio per acquistare una copia autentica di questo bel disco.

Fonte: The Colony of Slippermen

Add to FacebookAdd to DiggAdd to Del.icio.usAdd to StumbleuponAdd to RedditAdd to BlinklistAdd to TwitterAdd to TechnoratiAdd to Yahoo BuzzAdd to Newsvine

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...