Archivio per la categoria ‘APPELLI’

Can you write a little Christmas tale in 140 characters? That’s what this project is about!!

Proviamo a dare alito a questo piccolo progetto di scrittura creativa e vediamo cosa ne esce fuori. 140 caratteri per una storia di natale. Le palline, le lucine e il vecchio uomo barbuto. Gli ingredienti ci sono tutti.

Ecco qui alcuni esempi:

1.    La slitta riuscì ad evitare la vecchietta, ma prese in pieno il palo del semaforo. I pacchi invasero l’incrocio, tra le bestemmie di Santa.

2.    Il bimbo guardò i primi fiocchi cadere e domandò “Verrà?” Il padre gli accarezzò la testa. “Certo” rispose. E sentì di crederci anche lui.

3.    Dai cestini del Mac recuperò mezzo cheesburger e una decina di patatine fritte. Al vecchio clochard andava benissimo come pranzo di natale.

Provate a spargere questo virus e naturalmente seguitemi su Twitter:  http://twitter.com/willoworld

Anche quest’anno vorrei scrivere un articolo riportando le preferenze musicali dei lettori del sito Colony of Slippermen e di altri miei contatti in rete. L’anno scorso tre “espertissimi” mi hanno aiutato a citare le migliori uscite del 2008, scrivendo anche delle piccole recensioni. Questa volta vorrei allargare il progetto e coinvolgere più persone possibile.

Partecipare è semplicissimo; scrivetemi all’indirizzo info@willoworld.net oppure rispondete direttamente sotto questo intervento nella sezione commenti, riportando i titoli dei tre migliori dischi del 2009. L’idea non è quella di mettere qualcuno sul podio più alto ma di compilare una lista di preziosi consigli d’ascolto.

Fatevi sotto allora. Bastano tre nomi. Se poi ci volete aggiungere un commento oppure una breve recensione, meglio. Vi aspetto!!!!

Immagine elaborata da una foto di DaSkinnyBlackMan: http://www.flickr.com/photos/mikedefiant/

FONTE: The Colony of Slippermen

Diventa Gatto Jettatore Fan

Pubblicato: 27 novembre 2009 da cainos in APPELLI, FANTASY, GIOCHI, PENSIERO, RIFLESSIONI, VARIE
Tag:, ,

Gatto jettatore Fan by Cainos

Lo so ne sono consapevole, quello che sto andando a scrivere e’ un post stupido 🙂 pero’ chiedo a voi di diventare Gatto jettatore fan, no non crediate che sia una sorta di gruppo di facebook 🙂 in realta’ e’ una mia piccola creazione.
Il gatto Jettatore e’ il personaggio rappresentato nella immaginetta, in Pratica e’ divenuto un vero e proprio emblema nel GDR.
Nelle lunghe serate davanti a un tavolo da gioco con notevoli quanto diversi manuali un gruppo di giocatori pende dalle parole del maste che elargisce le sue descrizioni guidando l’ avventura, c’e’ chi segue attento chi non ci capisce una mazza, chi si annoia chi disegna, io ero uno di quest’ ultimi e siccome molti giocatori tenevano in particolar modo sia al loro personaggio che alla loro scheda mi divertivo, mentre si assentavano o riuscivo a trafugarle di nascosto a disegnare questo simpatico personaggio che miagolava davanti alla loro tomba con tanto di zampina alzata 🙂
le reazioni erano molteplici e di varie intensita’ fatto sta che da quel giorno in qualsiasi gioco nessuna scheda e’ al sicuro prima o poi un gatto jettatore fara’ la sua comparsa al Miagolio di MIIaoo Sei Morto MIIIaaaoo!
se amate anche voi questo piccolo esserino sbarazzino e graffiante, mettetelo nella vostra firma sui forum, o disegnatelo voi stessi sulle schede dei vostri ignari compagni l’ importante e’ che portiate avanti questa burla che personalmente mi ha donato bei ricordi e che continua a darmeli, chissa’ non faccia altrettanto con voi.

ps. l’ imaginetta sopra e’ quella del gattino base sembra ci siano versioni piu’ dettagliate con tanto di albero cavo sulla destra e di corvo volante che gracchiando risponde Eh Già CRA! CRA!

Gatto jettatore Fan by Cainos

da Cainos e’ tutto Miaoo Miaooo!

In difesa della Costituzione (di Domenico Gallo )

La manifestazione in programma per il 5 dicembre, convocata attraverso una straordinaria mobilitazione politica dal basso, è frutto della crescente consapevolezza che siamo precipitati in un tempo politico drammatico in cui è messa in gioco la sopravvivenza della Costituzione, cioè della nostra patria, in quanto la Costituzione è la patria dell’ordinamento politico.

Non possiamo non vedere che questo luogo politico, la Repubblica democratica con il suo patrimonio di beni pubblici repubblicani, è stato invaso da un esercito di occupazione che si sta impegnando con la massima solerzia a smantellare tutti (proprio tutti) i beni pubblici repubblicani. Non si tratta soltanto della seconda parte della Costituzione che viene contestata e delegittimata ogni giorno con gli attacchi ai giudici, alla corte Costituzionale ed al presidente della Repubblica (quando si mette di traverso), ma anche della prima parte, con l’attacco ai beni fondamentali della vita, come l’acqua, ed ai fondamenti della dignità umana e dell’eguaglianza, fino alla riesumazione strisciante delle leggi razziali.

Quando le truppe tedesche hanno invaso l’Italia, tutte le forze vive, tutti i patrioti, si sono opposti ed hanno unito i loro sforzi creando il Comitato di Liberazione Nazionale, nel quale sono confluite forze e culture diverse (dai comunisti ai badogliani), che hanno messo da parte le loro divergenze per perseguire l’obiettivo comune della salvezza della patria.

In questa contingenza storica, di nuovo un pericolo mortale minaccia la patria-Costituzione. Come avvenne con la Resistenza, ora come allora, occorre chiamare a raccolta tutte le energie spirituali, tutte le culture, tutte le forze politiche e tutti gli uomini di buona volontà, che riconoscono nella Costituzione la loro patria, ad agire con fermezza.

Di fronte a questa esigenza, tutte le forze politiche, che riconoscono valore ai beni pubblici repubblicani, devono mettere da parte le differenze (non cancellarle) ed impegnarsi in una fortissima unità d’azione per scacciare l’esercito di occupazione che dilaga nel territorio della patria. Non esistono alternative all’unità.

L’unità è imposta dalla legge elettorale che, attraverso lo strumento del premio di maggioranza impone che un solo esercito possa sfidare le forze di occupazione.

Anche se le radici del malessere della democrazia italiana vengono da lontano, è stato lo sciagurato scioglimento dell’Unione, nel 2008, a determinare questo disastro. Lo scioglimento dell’Unione è stato come lo sbandamento dell’esercito italiano l’8 settembre: ha tolto di mezzo il principale ostacolo all’occupazione della patria da parte dell’esercito invasore.

Se la posta in gioco è la sopravvivenza della democrazia repubblicana, cioè della patria, allora tutte le forze si devono coalizzare, tutte le energie devono essere chiamate a raccolta. Non si può dire, come irresponsabilmente si è fatto nel 2008: questo sì, questo no.

Solo una forte mobilitazione popolare dal basso può ricomporre l’unità delle forze democratiche intorno ai valori supremi della Costituzione per rovesciare la corsa verso l’abisso e riaprire il futuro alla speranza.

[Fonte Il Manifesto]

I SILENTI: NUOVO TEMPLATE

Pubblicato: 23 novembre 2009 da Willoworld in AMMINISTRAZIONE, APPELLI
Tag:, ,

Cambiare template é sempre un evento molto delicato per un blogger. C’è chi dice che bisognerebbe restare sempre fedele ad uno, perché così la gente lo riconosce quando ci ricapita, mentre altri dicono che rinnovare la pagina è come cambiare vestito per la nuova stagione, una soluzione quasi necessaria Mi trovo d’accordo un po’ con entrambi i pareri. La ragione per la quale mi ritrovo a cambiare il tamplate dei Silenti è semplicemente perché spero di migliorare la visuale di questo servizio.

I Silenti nascono nel settembre del 2007 come progetto di blog in condivisione con una serie di personaggi di mia conoscenza, per riportare le notizie dal mondo dell’etere e dai propri progetti in rete. Col tempo si è trasformato in un discreto palinsesto informativo con una media di 300 visitatori al giorno. I temi proposti sono molti ma negli ultimi mesi gli argomenti più in voga sono diventati la scrittura creativa ed i progetti narrativi di willoworld.net.

Credo che con questo nuovo layout si possa lavorare abbastanza bene. Mi interessava dare risalto ai molti progetti legati al circuito Willoworld e Rivoluzione Creativa. Lentamente la pagina si colorerà di nuovi widgets per poter dare al navigatore una visuale completa di tutto quello che avviene sulle pagine parallele ai Silenti.

Come al solito sono benvenutissimi consigli e pareri, soprattutto da parte degli altri autori.

GM Willo

Ecco gli altri due progetti di Rivoluzione Creativa (la community di artisti e saltinbanchi del corpo e della mente) che avevo annunciato nel precedente intervento. Ci sono alcuni autori della rete WilloworldNovocaina, oltre al sottoscritto, che amano il genere Pulp e ho pensato, insieme al mio inseparabile amico e compagno di avventure cibernetiche Charles Huxley, di lanciare il progetto “Spaghetti Pulp”, una raccolta digitale (ma forse anche cartacea) di racconti pulp all’italiana. L’uscita di questa pubblicazione è in programma per la prossima primavera, quindi ce n’è di tempo per rimpinguare le pagine di Rivoluzione Creativa di nuovi esilaranti e sanguinosi racconti. Qui sotto uno scorcio di quella che potrebbe essere la copertina del libro, una splendida elaborazione grafica di Charles Huxley.

L’altro progetto richiede invece un po’ più di celerità dato che si tratta di una raccolta (anche questa digitale, ma potrebbe diventare ufficiale e cartacea) di racconti e poesie prettamente natalizi. Ogni anno mi diverto a scrivere una storia di natale. Fino ad oggi ne ho scritte tre: Gentil Novella di Natale, Vieni con me! e Natale Nichilista. Tutte e tre compariranno in questa raccolta e spero che altri autori raccolgano la sfida in modo da confezionare in tempi brevi questo piccolo e-book (che potrebbe diventare anche un simpatico oggetto da regalo per la vostra mailing-list). Qui sotto una probabile copertina.

Questi progetti vanno ad aggiungersi ai precedenti “La Veglia dei Giganti” e “Parole a portata di volo”, entrambi già in lavorazione.
Partecipate condividendo su queste pagine i vostri racconti e pensieri.

Vorrei inoltre suggerire a coloro che si esprimono attraverso le immagini (disegno, fotografia e photoshop) il tema natalizio per la composizione di e-cards. Anche l’anno scorso il blog I Silenti (legato al circuito Willoworld.net) presentò un simile progetto. Postate le vostre immagini natalizie su Rivoluzione Creativa ed io penserò a farne delle e-cards e a farle girare in rete.

Diffondete il virus creativo. Partecipate a Rivoluzione Creativa!

Vi presento qui sotto i primi due progetti di Rivoluzione Creativa per la pubblicazione digitale (e forse anche cartacea) di due libri a tema. Il primo di questi s’intitolerà “La Veglia dei Giganti” e raccoglierà i racconti brevi apparsi su Rivoluzione Creativa. Ho buttato giù una copertina (tratta da una mia foto) e una piccola introduzione di, guarda caso, esattamente 101 parole (come il progetto in corso nel mio sito).

L’altro libro s’intitolerà “Parole a portata di volo” e conterrà invece le poesie, i pensieri e le riflessioni degli utenti. Qui ho usato un magnifico lavoro di Giulia Tesoro per la copertina.

INTRO

Oltre le nuvole si trova la città dei giganti, fatta di palazzi di nebbia e castelli di grandine. Ma i giganti son gente ansiosa, si sa… Tengono sempre un occhio al suolo, domandandosi come mai il loro mondo galleggi.
La notte, per paura che mentre tutti dormano la città si sfracelli al suolo, tre di loro montano la guardia, e per non addormentarsi si raccontano delle storie. Son storie piccine, perché quelle lunghe potrebbero annoiare e far sbadigliare… Raccontano di noi piccoli uomini, del tutto ignari di una città di ghiaccio e nebbia che galleggia sulle nostre teste. Le volete ascoltare?

Questi due progetti vogliono semplicemente invitare gli utenti di Rivoluzione Creativa a partecipare a questa magnifica festa della creatività. Ricordo che ogni pubblicazione si avvalerà della licenza creative commons e verrà messa in rete gratuitamente in digitale e in cartaceo senza alcun costo aggiuntivo alla stampa (in parole povere, il sottoscritto ci guadagna solo in sonanti monete di entusiasmo e verdissime banconote di soddisfazione!)

Quindi non mi rimane altro che invitarvi a scrivere e a spargere la voce. Fate convergere nuove menti in questi due progetti. Ve ne sono altri due in cantiere e li proporrò a breve. Ciao e buon divertimento!

Entrate nella community di Rivoluzione Creativa

GM Willo – www.willoworld.net

Willo

Continuano le collaborazioni di Willoworld e le intrusioni dentro le pagine più creative delle rete italiana. Siamo i saltimbanchi dell’etere, sempre pronti ad ospitare chi ha voglia di esprimersi, comunicare, gridare, ridere e ballare. È la volta di Tooklife, un sito davvero interessante che oggi ha proposto uno dei miei racconti: l’Anello. Andatelo a leggere o a rileggere.

Un nuovo racconto dei miei è apparso anche recentemente su Factory 77, altra stazione di menti creative. S’intitola Il Tempo per Amare e potete scaricarvelo e votarlo a questa pagina.

Novocaina entra prepotentemente nel blog dei Silenti per segnalare quotidianamente le follie del freschissimo magazine borderline. Gli stessi Silenti si affacceranno di rimando sulle pagine di Novocaina, perché questa è la rete e più è intricata e più ci piace!

La community di Rivoluzione Creativa ha raggiunto i 24 membri. Si scrive, si crea, si commenta cercando sempre di ispirarci a vicenda. Il connubio Bruno-Giulia , ad esempio, è davvero esplosivo!

Qualcuno (anzi, probabilmente nessuno;) avrà notato che lunedì scorso il Corriere di Willoworld non è uscito, questo perché ho notato che l’e-nzine non veniva più scaricata. Il progetto presentava le opere di Rivoluzione Creativa in cartaceo, con lo scopo di promuovere gli autori. Poco male. Ho in mente invece delle nuove pubblicazioni digitali a tema. Stay tuned!

Infine Limbo. Domani uscirà un nuovo videoracconto di 101 Parole. La saga cyber-fantasy illustrata da Charles Huxley continua… Non perdetevelo!

GM Willo – www.willoworld.net

Negli ultimi giorni ho riportato alcune pubblicazioni della Edizioni Willoworld sulla piattaforma Google Libri, il progetto del colosso della rete per creare la piú grande biblioteca on-line. Tutti i libri sono consultabili liberamente e scaricabili in pdf, come sempre, dato che sono stati tutti pubblicati sotto creative commons. Da oggi peró saranno sicuramente piú visibili. Buona consultazione e non dimenticate di aggiungerli nella vostra biblioteca virtuale.

L'albero delle parole

L’albero delle parole‎

by Aavv – Full view


Sebastian Claw e Altri Racconti

Sebastian Claw e Altri Racconti‎

by Jonathan Macini – Full view


Complici di un Gioco di Dadi

Complici di un Gioco di Dadi‎

Full view


Storie di Nuvole

Storie di Nuvole‎

Full view


All work and no play makes Jack a dull boy

All work and no play makes Jack a dull boy‎

by Jack Torrance – Full view


Il Libro di Floria

Il Libro di Floria‎

by GM Willo – Full view


I Musikanti di Amberyn

I Musikanti di Amberyn‎

by GM Willo – Full view


Elia in Cerca di Amici Nello Spazio

Elia in Cerca di Amici Nello Spazio‎

by G. M. Willo – Full view


Bookmark and Share

Questa é la seconda pubblicazione a tema della Edizioni Willoworld (qui il sito non in flash) dopo le-book fantasy La leggenda di Udrien e altre fantastiche storie, e questa volta il soggetto in questione è il cyberworld. Pur definendola una raccolta cyberpunk, non credo che i miei racconti appartengano esattamente a questo genere. A parte forse Il Caso Khorner, scritto con la collaborazione di altri autori, quasi tutte le altre storie hanno un approccio più mistico, e per questo preferisco chiamarla narrativa cyberage invece di cyberpunk. Ma le definizioni, alla fine dei giochi, sono irrilevanti. Lobbiettivo è sempre quello di sfidare lorgano della fantasia a produrre delle storie interessanti, spesso bizzarre e a volte senza capo né coda. Il gioco prosegue, perché in tutto quel faccio mi piace aggiungerci un pizzico di follia.
Tutti i racconti presenti in questo e-book sono apparsi o in precedenti pubblicazioni della Edizioni Willoworld, o sui blog del circuito http://www.willoworld.net. Alcuni di questi sono firmati dai miei pseudonimi (Jonathan Macini, Tapigora, Aeribella Lastelle) perché legati al progetto La Giostra di Dante, il gioco di ruolo dei poeti e degli scrittori. Due storie invece sono firmate Grezzo Illusivo e fanno parte di una stretta collaborazione insieme allamico Demiurgus.
Questo e-book è gratuito e riproducibile secondo le norme del Creative Commons 3.0. Se desiderate aiutare lautore consultate gli annunci pubblicitari sulle seguenti pagine:

http://storiefantasy.blogspot.com/
http://raccontidellignoto.blogspot.com/
http://storiediungiorno.blogspot.com/

Scarica dirattamente l’e-book a questo link.

Le immagini del trailer sono di Charles Huxley: http://www.charleshuxley.co.nr/

La musica é dei Run Cyber Sound dall’album Other Worlds: http://www.jamendo.com/it/album/30470

RC LOGO QUADRATO

Se sei un creativo (narratore, poeta, fotografo, musicista, funambolo ecc.) e un comunicatore del web, e cerchi una piattaforma per proporre le tue creazioni e avere un feedback da parte di altri creativi, la community di Rivoluzione Creativa potrebbe fare per te. Perché? Beh, ti elenco qui sotto cinque buoni motivi.

1. Perché è semplice da usare e se hai già dimestichezza con i social network non ti ci vorrà più di un quarto d’ora per capire come funziona. Registrandoti avrai la tua pagina personale e potrai immediatamente pubblicare i tuoi lavori.

2. Perché avrai modo di conoscere persone con il tuo stesso slancio creativo e potrai condividere opinioni e considerazioni su ogni lavoro presentato.

3. Perché i tuoi lavori verranno poi fatti rimbalzare nel web attraverso i blog Rivoluzione Creativa e I Silenti, due postazioni che ricevano giornalmente un totale di mezzo migliaio di visitatori e ai quali lo stesso motore di ricerca Google dà una certa priorità.

4. Perché i tuoi lavori potranno apparire nelle pubblicazioni cartacee e digitali della Edizioni Willoworld, la casa editrice indipendente di Willoworld e Rivoluzione Creativa.

5. Perché avrai modo di partecipare direttamente alla nuova corrente creativa che viaggia nel web e che abbraccia la filosofia del copyleft e dello sharing, una vera e propria rivoluzione!

REGISTRATI A RIVOLUZIONE CREATIVA! CONDIVIDI LE TUE CREAZIONI!

Fonte: Willoworld.net

La-Combriccola-del-Live

Ciao permettetemi di farmi un po’ di pubblicita’, da un po’ di tempo ha ripreso vita un mio forum http://la-combriccola-del-live.forumfree.net/
In pratica si tratta di un Forum dove poter scambiare idee notizie informazioni fra giocatori di Xbox Live
E’ nato da un piccolo gruppo di amici una combriccola appunto che puntualmente ogni sera si ritrovavano per giocare live con la mitica Xbox360, Halo 3, ForzaMotorsport, Call of Duty 4, Fifa, sono solo alcuni.
l’ idea e’ semplice essendosi formato ogni sera un gruppo di giocatori e notando come spesso nella sala d’ aspetto prepartita si finisca con parlare discutere e proporre idee interessanti, creare un luogo dove riportare le proprie conoscenze e esperienze con calma, e farle leggere a tutti, o semplicemente proporre una serata e dare a tutti la possibilita’ di partecipare con una facile organizzazione.
Non si tratta di Clan specifici ma solo di amici che si beccano puntualmente o saltuariamente in live, e anche quando il gruppo magari e’ diviso perche’ gioca su giochi differenti o e’ lontano dal live perche’ ha finito l’ abbonamento puo’ rimanere sempre in contatto e informato 🙂

Quindi spero che con questo articolino la nostra combriccola di giocatori sara’ sempre piu’ numerosa.

da Cainos e’ tutto I Lie I Cheat I Steal and this Time I Play too!!!

il vento della rivoluzione

La community di Rivoluzione Creativa fondata qualche settimana fa e legata ai siti R.C. e Willoworld incomincia lentamente a funzionare. Quattordici membri, pochi in effetti attivi, ma comunque qualcosa si sta movendo. L’idea, e lo ribadisco per tutti coloro che hanno già partecipato in passato alle attività ricreative di Willworld.net, è quella di avere a disposizione una piattaforma per condividere liberamente le proprie “Creature” (poesie, storie, immagini, video e musica), commentarle e valutarle. In seguito l’amministratore del sito Rivoluzione Creativa riproporrà quotidianamente ogni opera sulla piattaforma principale che vanta una sessantina di visite al giorno e un counter di oltre 10000 hits.

La gestione di una community non è cosa facile. Qualche consiglio me lo gira mia moglie, community manager di professione, ma per quanto si possa pubblicizzare ed invitare con cortesia i propri conoscenti, lo slancio di partecipazione deve sempre venire dall’altra parte. Durante questi tre anni di impegno prettamente hobbistico in rete mi sono accorto che molti miei contatti non sono ancora pienamente coinvolti nella rivoluzione di Internet 2.0, e tanto meno lo saranno in quella attuale che ci porta lentamente verso la terza fase di questo grande fenomeno tecnologico e sociale.

All’inizio il collegamento di tutti i nostri computer ci ha spaventato, ma col tempo abbiamo superato questa prima invasione della privacy. Poi è arrivato il tempo di proporci, di scambiare informazioni attraverso blog e forum. La terza rivoluzione passa per la condivisione di ogni nostro dato. Sta già succedendo attraverso i social network con le foto, i video e il resto. In futuro avremo portatili superveloci in wireless privi di harddisk. Incamerare dati infatti diventerà superfluo, perché tutto sarà in condivisione. Se l’idea vi turba, non preoccupatevi. Ci si abitua a tutto, un passo alla volta.

La visione può diventare un incubo da grande fratello oppure uno splendido miraggio di comunità globale in sintonia. Una bella sfida davvero.
Nel mio piccolo continuerò ad esortare persone a partecipare a questa festa di condivisione e creatività. Registratevi a Rivoluzione Creativa e iniziate a rendere partecipi gli altri membri delle vostre creazioni. Seguite il vento della rivoluzione.

Bookmark and Share

Girando per la rete ho trovato un video da vero bello, da un casuale incontro sui nostri ben amati Lungarni, si trova una testimonianza lucida, e vissuta di un vecchio Partigiano.
Espresso il pensiero in un simpatico dialetto Fiorentino, un partigiano racconta il passato e analizza il presente, iniziate a guardarlo sono sicuro che non potrete che arrivare fino alla fine.
Bellissima la grinta e la chiarezza con cui esibisce le sue idee, io non entro inmerito se siano condivisibili o meno, ma una cosa la vedo chiaramente, Un tempo gli Italiani erano questi, la voglia il temperamento, erano questi, non un Branco di adolescenti Emo tutti uguali con il Ciuffetto da Finocchio alla TokyoHotel, o un branco di Boccaloni davanti alle parole del Re di Moria.
W l’ italia w gli Italiani, perlomeno quelli che mantengono questo temperamento di Attivita’.

da Cainos e’ tutto i lie i Cheat i Steal

Copyleft

Prima giornata del Copyleft Festival. Oggi (11 settembre) al via gli appuntamenti della tre giorni dedicata all’accesso libero alla cultura, grazie al sistema delle licenze in Creative Commons. Tanti i temi che verranno trattati in quello che è l’appuntamento più importante del settore in Italia. Dibattiti, tavole rotonde, letture, performance subito dalla prima giornata, dopo la grande preview del festival stasera nella Sala Rosa del Comune di Arezzo, con la proiezione di Zeitgeist, il web film no-profit, diretto da Peter Joseph nel 2007, sui temi più spinosi del nostro tempo.

Domani, dunque, il via alla tre giorni: già dalla mattina, quando piazza San Francesco a partire dalle 12, ospiterà la presentazione del nuovo sistema di accesso alla rete wireless comunale, uno dei fiori all’occhiello dell’Assessorato all’Innovazione, un “dicastero” fra i più attenti e attivi nella produzione del Copyleft Festival, insieme all’Associazione InProspettiva, organizzatrice dell’evento. Collegarsi ad Internet ad Arezzo, da oggi, sarà per tutti i cittadini, i turisti e i visitatori, più facile che mai: basterà inviare un sms al numero (345-3132056) e il gioco è fatto. Arriverà in automatico la password per collegarsi ad internet in città.

Ma gli appuntamenti della prima giornata sono appena iniziati: da domani, anche il workshop “Karemasky, questo sconosciuto”, in piazza Risorgimento (location unica del festival) dalle 16 alle 20. Un lavoro che darà una vera e propria storia ad un personaggio che per adesso è solamente la faccia e il nome di uno dei locali di musica dal vivo più amati della nostra città (per iscrizioni press@copyleftfestival.net, indicando, nome, cognome, recapito telefonico e provenienza). In compagnia del fumettista Giuseppe Palumbo (Diabolik, Martin Myster) e dello sceneggiatore della Marvel, Matteo Casali, in collaborazione con la Scuola Internazione di Comics di Firenze, a questo strano personaggio verrà resa una vera storia da raccontare. Ecco l’incipit del “canovaccio” su cui tutti i partecipanti lavoreranno durante il seminario: “Aleksandr Ilic Karemaski, la cui vita travagliata e dimenticata dai libri di testo è ancora mistero,  è un personaggio di cui la Storia ha scelto di dimenticarsi, come accade spesso a chi sta fuori dal coro, ai coraggiosi, alle menti libere e brillanti ma poco inclini al compromesso”.  Ci sarà da divertirsi.

Nel frattempo, dalle 17 alle 20, un altro workshop: “Dati Geografici Liberi”, in collaborazione con Gfoss (per iscrizioni press@copyleftfestival.net, indicando, nome, cognome, recapito telefonico e provenienza). E sempre a partire dalle 17, al via la tavola rotonda “Software liberi nella quotidianità”. Quindi di scena saranno i software open source, una questione d’attualità imposta alla società dalla modernità che stiamo vivendo: se ne parlerà con Vincenzo d’Andrea (professore di sistemi informativi all’Università di Trento), con Paolo Cavallini (presidente di Gfoss), Emiliano Cecchini (Assessore all’Innovazione del Comune di Arezzo), con il suo collega Piero Ducci (Assessore all’innovazione della Provincia di Arezzo) e con Gianfranco Cutini (della Byte Elaborazioni).

A partire dalle 19, invece, la presentazione del volume “Scuola Diaz, Vergogna di Stato” (Edizione Alegre), in compagnia di Cecchino Antonini (curatore del libro e giornalista di Liberazione) e di Dario Rossi (legale di parte civile del Genoa Social Forum). Modera Marco Paolucci. Un momento per ripercorrere la notte del 21 luglio del 2001 e il tragico giorno dell’assalto alla sede del Genoa Social Forum, una delle pagine più buie della recente storia d’Italia. Ultimo appuntamento della prima giornata del Copyleft Festival, con Action30, a partire dalle 22, insieme al fumettista Giuseppe Palumbo (Martin Mystere, Diabolik..) , Alberto Casati e Luca Acito. Un gruppo multivocale composto da grafici, fotografi, disegnatori, video-maker, ricercatori, giornalisti e attivisti, residenti in Italia e in Francia, il cui obiettivo è percepire le “nuove” forme di razzismo e di fascismo usando gli anni 30 del XX secolo come una lente d’ingrandimento. La tragica lucidità di quegli anni servirà a rendere meno opachi i paesaggi di oggi e a stimolare nuove posture critiche e creative. La performance, sarà intessuta come un miscuglio informe di parole, immagini e musica, cercando di stimolare dei momenti di riflessione comune e di dibattito.

FROM: http://www.copyleftfestival.net/