Posts contrassegnato dai tag ‘blogging’

TRASFORMA IL TUO BLOG IN UN E-BOOK

Pubblicato: 8 aprile 2011 da Willoworld in GENERATORI, INTERNET, LIBRI
Tag:, , , ,

Cercavo da tempo uno strumento on-line per convertire i blog in file PDF, il modo migliore per archiviare su disco rigido i propri documenti in rete. BlogBooker fa proprio questo, ma solo per le piattaforme WordPress, Blogspot e Livejournal. Basta inserire il file importato dal vostro blog, l’indirizzo url relativo e in pochi minuti verrà caricato il PDF comprensivo di immagini e testi.

BlogBooker può tornare utile se si vuole dare alla stampa gli interventi del nostro blog oppure pubblicare un libro su Lulu o su altre piattaforme per l’autopubblicazione. Lo strumento è totalmente gratuito e non necessita installazione.

http://www.blogbooker.com

Add to FacebookAdd to DiggAdd to Del.icio.usAdd to StumbleuponAdd to RedditAdd to BlinklistAdd to TwitterAdd to TechnoratiAdd to Yahoo BuzzAdd to Newsvine

Like This!

SI CERCANO NUOVI SILENTI

Pubblicato: 13 settembre 2010 da Willoworld in AMMINISTRAZIONE, APPELLI
Tag:,

I Silenti è un blog in evoluzione. Nuovi partecipanti sono sempre ben accetti. Fa bene ogni tanto cambiare un po’ l’aria…

Se avete già un blog potete riportare i vostri articoli su queste pagine. Se vi va di parlare di un vostro interesse, questa piattaforma è a vostra disposizione. Vogliamo che i nostri lettori diventino nostri collaboratori.

Hey, mi state ascoltando o siete ancora incantati dalla foto qui sopra?

Per essere un buon Silente occorre inanzi tutto non aver paura di essere in controtendenza. L’importante è rimanere sinceri. Politica, sport, giochi, letteratura, arte, francobolli, cibo per gatti… parlate di quello che vi pare, ma fatelo sempre col vostro cuore e con la vostra testa!

Se siete interessati a partecipare al blog “I Silenti” scrivetemi all’indirizzo: info (at) willoworld.net.

PS: Piaciuta la foto? Allora clikkatela per ingrandirla e poi commentatela!!

Add to FacebookAdd to DiggAdd to Del.icio.usAdd to StumbleuponAdd to RedditAdd to BlinklistAdd to TwitterAdd to TechnoratiAdd to Yahoo BuzzAdd to Newsvine

Like This!

NUOVO CORSO CON GLI AD-SENSE

Pubblicato: 10 settembre 2009 da Willoworld in AMMINISTRAZIONE, APPELLI
Tag:, , ,

parentesi silurica

Da qualche giorno è attivo il bolg mirror Sandokan, nel quale riporto vecchi articoli ancora attuali e molte diavolerie fatte nei due anni di attività on-line. Anche se per tutto questo tempo ho sempre disdegnato la pubblicità sui miei blog, oggi la mia opinione è cambiata. D’altra parte questo hobby sta diventando quasi un lavoro, e per quanto mi piaccia farlo, non sarebbe male un piccolo ritorno. Tanto più che, pur preferendo un buon feedback morale alla manciata di euro che gli adsense mi porteranno (se mai mi porteranno;))) , in due anni non ne ho riscontrato molto di questo supporto, malgrado le 3-400 visite al giorno sui Silenti e le altre 2-300 sugli altri miei siti.

Internet funziona così. Lo sorso anno per la prima volta nella storia gli investimenti pubblicitari in rete hanno superato quelli della TV e dei giornali. WordPress non consente l’attivazione di ad-sense e va benissimo così, anche perché mi piace tenere le mie pagine pulite;)))) Ma in questi giorni ho creato altre tre pagine per consultare i miei racconti, divisi per generi. Le pagine sono: Storie di un giorno, Racconti dell’ignoto e Storie Fantasy.

Quindi, sentitevi liberi di consultare questi blog e i relativi sponsor. Tutto il materiale che apparirà regolarmente su questi nuovi siti fa parte dell’archivio di Willoworld.

IL MONDO DI ACTARTIUS

Pubblicato: 8 dicembre 2008 da Willoworld in FANTASY, GIOCHI, PROGETTI
Tag:, , ,

selina

Qualche mese fa, giocando con i generator per giocatori di ruolo, ho fatto una piccola dimostrazione sul sito Creativity su come poter utilizzare questi utili strumenti. Ho creato la mappa di un intero mondo, ho estratto dei nomi casuali e ho dato vita ad un incipit per un’avventura, che poteva diventare una storia o un’idea di gioco. Ed è proprio per un esperimento ludico di blogging che mi piacerebbe recuperare questo materiale e presentarlo come introduzione all’ennesimo progetto di willoworld.
Si tratta in parole povere di un libro-game cooperativo, al quale possono partecipare tutti gli utenti del blog. Alla fine di ogni post relativo a questo gioco (che chiameremo “Il Mondo di Actartius”), ci sarà un sondaggio attraverso il quale il lettore potrà decidere quale decisione deve prendere il protagonista (Adrassan). Seguendo il risultato del sondaggio, il redattore del blog continuerà a narrare le gesta del protagonista, proprio come in un libro-game.
Vi saranno situazioni in cui verranno dichiarate le possibilità in percentuale che il protagonista riesca o meno in una particolare situazione. Esempio: Adrassan affronta il nemico che gli sta avanti. Ha un 75% di possibilità di uscire vincitore dallo scontro. Se viene scelta questa opzione alla fine del sondaggio, il redattore determinerà casualmente il risultato dello scontro dopodiché ne narrerà le conseguenze.
L’idea è quella di postare un intervento a settimana (magari il lunedì), in modo da poter dare a tutti il tempo di votare. Chissà dove andrà a finire anche questa storia…

CONTINUA A LEGGERE

EVOLUZIONE DEL GIOCO

Pubblicato: 14 aprile 2008 da Willoworld in FANTASY, INTERNET, RIFLESSIONI
Tag:,

Il gioco di ruolo è un fenomeno molto più complesso di qualsiasi altro gioco. Le sue componenti sono essenzialmente tre; partecipazione, rappresentazione e creatività. Attorno a queste esigenze del giocatore, si basano tutte le possibili varianti del gioco. Non è una scatola che si apre in una serata piovosa, per passare il tempo. Il GdR è un qualcosa di molto più dilatato, che segue un decorso, un’evoluzione. Non si smette mai di giocare al gioco di ruolo, e quando lo si fa, è un po’ come il sonno druidico. Prima io poi ci si risveglia.

Già nel 1996 accadde che due componenti del nostro gruppo (Wolly e il sottoscritto) si discostassero da quelli che erano i rituali classici del gioco. L’appuntamento alle 21:00 (che diventavano obbligatoriamente le 22:00) negli scantinati armati di pietruzze sfaccettate, le avventure in solitario nei tediosi pomeriggi del weekend, i tornei nelle rare ludoteche fiorentine, e altre cose.
Perché successe ciò? Perché in quel periodo, dopo aver esplorato per più di otto anni l’universo pressoché sconfinato del GdR, sentivamo la necessità di evolverci, di distaccarci da quelle situazioni che ai nostri occhi erano diventate scontate. Non abbiamo smesso di giocare, ma ci siamo in qualche modo evoluti.

In quel periodo vestivamo mantelli scuri e facevamo lunghe passeggiate al tramonto sulle colline di Scandicci, fumavamo la pipa e raccontavamo storie. Wolly le disegnava, io provavo a descriverle con le parole. Parlavamo di progetti, di arte, di sogni. Interpretavamo questi due misteriosi personaggi che sembravano usciti da una storia fantasy, un po’ artisti e un po’ ubriaconi. Abbiamo organizzato una mostra, elaborato insieme dei racconti illustrati, progettato fumetti. Ci siamo divertiti ascoltando ed obbedendo alle nostre esigenze: partecipare, rappresentare e creare.
Non ci mancavano le sedute di gioco, i rituali scontati, le battaglie all’ultimo tiro di dado. Riuscivamo a giocare anche senza.

Ma il tavolo è come un altare dedicato al gioco, e prima o poi ci si fa ritorno. Wolly, secondo me, ha continuato in questa sua evoluzione di gioco, ed è diventato il chierico che ha sempre voluto essere. Io invece sono tornato a lanciare dadi, con nuova ritrovata ispirazione.
Si torna all’ovile per prepararsi ad un nuovo viaggio…

E questa nuova entusiasmante avventura si chiama web. Eccola la nuova evoluzione del gioco. Perché attraverso le molteplici possibilità di questo mezzo, è fin troppo facile soddisfare quelle tre esigenze di cui parlavo.
Si partecipa in un lavoro di informazione di rimbalzo, di editing, di accesso a nuove possibilità comunicative. Ci si rappresenta con i nostri avatar, con le nostre storie, le nostre parole, i nostri deliri. Ed ovviamente, forse più importante di tutto il resto, si crea.

Questo è il mio gioco in rete. Un gioco di ruolo a tutti gli effetti, un’intuizione che tempo fa chiamai “Blog di Ruolo”, e che continua ad affascinarmi perché le sue possibilità sono davvero infinite.
Non è un gioco per chi vuole contare i PX, per chi ha bisogno di vedere su una scheda quale livello ha raggiunto, per chi ha solo la necessità di impegnare una serata. Non è una scatola che si apre quando si ha voglia e si richiude quando si è fatto tardi.
Verrà il tempo di ritornare all’altare. Riaprirò il sacchetto di pietruzze sfaccettate e dispiegherò sul tavolo le vecchie schede. Il rituale è un ritorno a casa.
Ma per adesso, continuerò ad abbandonarmi a questo splendido viaggio.

FONTE: Storie di Ruolo