Posts contrassegnato dai tag ‘clemente mastella’

sonia-alfanoSonia Alfano (presidente dell’ass. vittime di Mafiaè un’altra di quelle gemme che si candideranno alle europee come indipendente nelle liste dell’IDV.

Chi non la conosce può andare su wiki  e farsi un’idea su chi è. 

Ora vorrei un attimo indirizzare il vostro pensiero su una riflessione: l’IDV fra indipendenti e non schiererà, fra gli altri, gente come la Alfano, come De Magistris, come Vulpio e questo già basterebbe come garanzia. Ma è bene fare una contrapposizione, in modo che la differenza sia ben marcata e quindi nell’altro piatto della bilancia, quello del PDL, ci metterò i loro candidati: Mastella, Nino Strano (quello che mangiava la mortadella in parlamento ed è sempre quello che ha intimato ad un utente di youtube di rimuovere un video), forse Del Turco (quello della sanitopoli abruzzese) e dulcis in fundo… Preparatevi perché c’è da piangere… Barbara Matera! 
Come non sapete chi è? 
Eppure Silvio lo conoscete e saprete bene i requisiti che adotta per scegliersi le candidate. La Carfagna e la Gelmini, ma non solo, hanno fatto scuola e chissà la Matera quali doti particolari avrà usato per farsi candidare alle europee con il PDL!
Cmq Barbara Matera è una ex “Letteronza” della Gialappa’s Band ed è stata voluta personalmente da Silvio Berlusconi… Chissà perché…

Siamo quasi alla farsa lo so, ma molta gente ignara di tutto questo letamaio voterà per ignoranza, disinformazione, il partito di Silvio Berlusconi e non dobbiamo permetterglielo! Quindi fate girare i nomi dei candidati dell’IDV e soprattutto fate notare chi manderà a rappresentarci il PDL.
Qui trovate il canale youtube di Sonia Alfano. Iscrivetevi e fatelo girare!
Saluti

Luigi De Magistris, il magistrato bersagliato da tutti gli organi politici e non, ha deciso di candidarsi alle prossime Europee con l’Italia dei Valori di Antonio Di Pietro.
Posso solo dire: un motivo in più per votare l’IDV.

Solo una cosa mi spiace e cioè la strumentalizzazione mediatica che verrà fatta di questa vicenda. A dire il vero hanno già iniziato i due lacchè berluscones che hanno i nomi di Mastella e Gasparri…

Di Mastella ci sarebbe moltissimo da dire: ha cambiato 100 volte schieramento, va a matrimoni di dubbia appartenenza, ha fatto affari con Saladino, il suo partito è quasi tutto sotto indagine, la moglie piazzava allegramente amici e parenti negli ospedali… E a proposito della moglie che tutti i media mesi fa davano per “santarella” perseguitata… Ascoltate qui e fatevi un’idea sul clan Mastella!

Di Gasparri ci sarebbe altrettanto da dire, ma poi uno lo guarda in faccia e pensa: “ma si può dar credito a uno che ha sta faccia?”… Rispondetevi da soli.
Cmq ha asserito che De Magistris si sia candidato per avere l’immunità parlamentare (loro la conoscono bene). Parla proprio lui che ha come padrone uno che si è fatto il Lodo Alfano!

Saluti

P.S.- Notare le differenze: l’IDV candida gente come Luigi De Magistris e Carlo Vulpio mentre il PDL, oltre a Clemente Mastella, gente come Nino Strano.

Qualcuno cominciava a sentire la mancanza politica di Clemente Mastella?
Se così fosse posso rassicurarlo annunciandogli che il nostro tornerà in pompa magna candidandosi alle europee! Indovinate con chi? Ma in seno al PDL che quando si tratta di prender su cani e porci (mi scuso con tutti i cani e porci se dovessero sentirsi offesi per la citazione) non si tira mai indietro.

Se devo essere sincero in cuor mio temevo che ci fosse questo grande ritorno. Il Clementone dopo aver girovagato per tutte le tv nostrane, con appuntamento fisso su Rai 2 a Quelli che il calcio, aveva una gran voglia di riprendere quella carriera trentennale di fancazzismo clientelare e familiare, nonché politico, che tutti conosciamo. E pazienza se prende una pensione come giornalista dopo soli 6 mesi di lavoro, pazienza se ha usato e usa fondi pubblici destinati al Campanile (giornale del partito con tiratura di 30 copie al mese) per scopi personali e familiari. Pazienza se ha affossato l’inchiesta Why Not solo perché probabilmente c’era dentro fino al collo e pazienza se usa la politica come ufficio di collocamento per amici e parenti. Pazienza se ha fatto cadere un governo per 10 senatori promessi e pazienza per tante altre cose che non aggiungerò in quanto non avrei abbastanza tempo per elencarle tutte.

Mastella si sa è amante del vento e si spinge sempre verso le temperature migliori… Una volta a dx, una a sx, una al centro… Insomma dove c’è poltrona c’è Mastella.
Mi chiedevo: ma portare uno come lui nel proprio gruppo non fa perdere voti invece che guadagnarne? Ma all’italiano medio berlusconiano il fatto che il Clementone vada con il PDL non fa venire alla mente riflessioni sul proprio partito? A me ne farebbe venire tante, molte di più di quelle che già ho.

Saluti