Posts contrassegnato dai tag ‘crisi economica’

Padre, perdonali, perché non sanno quel che fanno…

…diceva un vecchio demone come me… ma il perdono non l’avranno, neanche nel caso ci fosse per davvero un Padre. Di chi parlo? Di Loro, pronome personale utilizzato per indicare quella schiera di egregi signori che manipolano i più deboli per fare i loro porci comodi. Politici corrotti e guerrafondai, miopi finanzieri, giornalisti bugiardi, avidi imprenditori, ecclesiastici accecati dal dogma, uomini ambiziosi votati al dio Denaro, facce schiave della vanità che vendono quotidianamente la propria anima per apparire sulle copertine dei giornaletti. E insieme a loro tutti quelli che li seguono, che li idolatrano, che muoiono di gelosia nei loro confronti, che li difendono e li sostengono, e anche coloro che li odiano. Perché è arrivata l’ora di smetterla con tutto quest’odio! (altro…)

CI STANNO BOMBARDANDO!!!

Pubblicato: 19 novembre 2009 da Willoworld in GUERRA, RIFLESSIONI
Tag:, ,

Viene presentato a Venezia il nuovo film di Micheal Moore, un atto d’accusa al capitalismo, alle banche e ai responsabili della crisi economica in corso. L’uscita del film é prevista per il 2 ottobre. Questo qui sopra il trailer.

Pagina Ufficiale

RITORNO DALLE VACANZE

Pubblicato: 16 agosto 2009 da nekradamus in PENSIERO, RIFLESSIONI
Tag:, , , ,

Avete fatto ritorno dalle vacanze, o siete ancora fermi sull’autostrada? Avete preso la tintarella, o vi siete ritrovati con la pelle ricoperta di eritemi? Vi siete rilassati, oppure siete più stressati che mai? Beh, mi auguro che ne sia valsa un po’ la pena, perché vi aspetta un autunno feroce….

Ricordate la rana nella pentola? Vi stanno lessando un po’ alla volta, e quando ritornerete ai vostri impegni ed impieghi sarete pronti per sopportare un altro paio di gradi. D’altronde c’è la crisi, no? Dovete abbassare la testa e andare avanti, perché ormai è certo, lo hanno detto anche i giornali: la crisi sta per passare….

Piccoli uomini, ma non avete ancora capito come funziona? Il metodo è sempre quello; terrorizzare il popolo, metterlo in ginocchio, per poi manipolarlo a piacimento. Una crisi, un influenza, il bau-bau islamico, e via così, verso il tanto atteso Natale. Poi vi sentirete più buoni e vi riappacificherete col buon vecchio Jesus (di cui vi ricordate solo quando siete nei guai).

Avete sentito la mia mancanza? No? Immaginavo…
Sono stato lontano. Ho anche pensato di non tornare… Ma poi mi sono ricordato di Gor. Gli avevo promesso un filtro per acquietare le sue deviazioni sessuali. Povera creatura, continua a dissacrare cadaveri di fanciulle. Ci gioca nel sotterraneo della torre, fino a quando non incominciano a puzzare. Non vi dico in che condizioni ho trovato la mia dimora… Mi è toccato chiamare una squadra di filippine…

Comunque, tutto è bene ciò che finisce male. Sono di nuovo qui, ad osservarvi dall’alto della mia torre. Per adesso vi vedo tutti in fila sulle autostrade, stroncati dal caldo ma ubbidienti, pagate il pedaggio e tornate alle vostre miserabili vite, certi di non avere altra scelta.
Siete davvero uno spettacolo per demoni.

FONTE: Nekradamus

Bookmark and Share

LA REALTÁ É SEMPRE DIVERSA DA COME CI APPARE

RISOLVERE LA CRISI…

Pubblicato: 23 Mag 2009 da Willoworld in FINANZA, FUMETTI
Tag:,

LA CRISI

Bookmark and Share

maiali-e-crisi

Poi adesso in Italia c’é anche la telenovela della famiglia Berlusconi… siamo a posto!! Io mi domando, ma questi scribacchini dei giornali paccottiglia quanto in basso devono scendere prima di toccare il fondo?

É uscito in dvd, ma visionabile anche in rete in alta definizione, il nuovo film di Alex Jones, pilastro della contro-informazione americana più accanita. Jones ha dimostrato negli ultimi anni di essere un prolifero agitatore, mettendo a disposizione di tutti e gratuitamente decine di documentari. I suoi palinsesti Infowars e Prison Planet sono sicuramente due punti di riferimento per chi vuole analizzare da vicino le marachelle dell’elite di potere americana.

The Obama Deception è il primo documentario che attacca apertamente l’amministrazione Obama, a solo pochi mesi dalla sua entrata alla casa bianca. Quello che il radio giornalista texano ci dice, con la sua ormai rinomata verve urlata a squarcia gola da un megafono, è semplicemente quello che tutti quanti, chi più chi meno, hanno temuto: un uomo da solo non cambia nulla, ed il belloccio e moderno Obama è il perfetto pupazzo per permettere all’elite di potere di continuare i suoi sporchi lavori.

Si affrontano i temi più caldi del momento, la crisi economica, lo stato di polizia che lentamente va consolidandosi nelle strade della libera america, gli accordi economici nord-americani e le strategie militari per il controllo delle risorse.
È il solito Webster Tarpley che ci illustra per filo e per segno l’agenda “sporca” di questa amministrazione. Vengono rivelati i volti dei bracci destri di Obama, gente direttamente coinvolta nella crisi economica e i legami con il gruppo Blinderberg, il quale ha ovviamente visto nell’abbronzato ex-senatore dell’Illinois il perfetto burattino per portare avanti il grande progetto del Nuovo Ordine Mondiale.

“Eravamo sull’orlo di una rivolta, la gente era incazzata, ed ecco che da Kripton arriva il salvatore, e la gente ci ha abboccato di brutto!” questo ci dice in apertura KRS One, carismatica icona dell’Hip Pop. Niente di più facile… Ma Obama si sta già contraddicendo, e numerose sono le bugie di cui abbiamo testimonianza. Il film le annota una dopo l’altra, dal ritiro delle truppe dall’Iraq, alle promesse per non appoggiare il NAFTA. Impegni da campagna elettorale, niente più.

Ma il film è anche un vero linciaggio alla Federal Riserve, che continua ad ingannare milioni di americani ed a fagocitare capitale facendo credere di essere un istituto del governo, quando invece è solo un’entità privata e, per stessa ammissione degli amministratori, al di sopra della legge. Perché il dito è puntato proprio su di loro, i banchieri, gli artefici di una crisi che servirà solo a incrementare il loro potere.

Per quanto riguarda la politica estera, non sembra che ci aspettino anni tranquilli. Tarpley ci dice che l’amministrazione Obama potrebbe portarci vicino a una guerra con la Russia. La Nato è impegnata a accerchiare Russia e Cina e a tagliarle fuori dalle risorse africane, sulle quali da tempo l’Impero Americano ha puntato gli occhi.

Alex Jones ci dice tutto questo e molto di più con il solito vocione da texano un po’ ignorante. Il suo approccio può risultare antipatico, ma sono abbastanza convinto della sua buonafede. In fondo porta avanti questa battaglia da molti anni e tutte le informazioni che mette insieme le ridistribuisce al pubblico gratuitamente. Il messaggio più forte è sempre quello di dubitare, dubitare chiunque, non solo la TV ma questo stesso documentario. Informarsi, tenere la testa alta e guardarsi allo specchio, per convincersi che ognuno può fare la differenza; basta volerlo.

L’unica cosa che non approvo del suo approccio è che utilizza lo stesso tipo di linguaggio di coloro che attacca, parlando in termini di male e di bene. Non credo sia così semplice. L’elite non è semplicemente una compagnia di demoni assetati di denaro e di potere. Sono delle persone che hanno visione (a mio parere sbagliata) basata sull’ordine e sul controllo. La storia non fa che ripetersi e l’uomo dimentica sempre. Forse quando ci renderemo conto di questo, e cioè che ogni forma di controllo e di ordine imposto può solo fomentare odio, intolleranza e infelicità, allora riusciremo a pensare un nuovo modello di società. Fino ad allora, la storia continuerà a ripetersi.

Il documentario purtroppo è solo in lingua originale. Speriamo che presto qualcuno potrà mettere in rete una versione sottotitolata in italiano.

telecamera-palloncino

Paranoie da Grande Fratello? Di questi tempi non sono certo tutte immotivate… Il nuovo ordine mondiale ti vuole insicuro, impaurito, così può metterti le videocamere anche su per il buco del culo! Polizia agli angoli di ogni marciapiede, intercettazioni telefoniche ed informatiche, controlli, controlli e ancora controlli. Ti sentirai sicuro solo a casa tua o nel centro commerciale vicino.

In tempi come questi un po’ di fantasia può risolvere, oltre a far sorridere. Cerchiamo di usare l’ingegno, con spirito, con positività, con un sorriso stampato in faccia. Ecco quello ci vuole: positività! È l’unico rimedio alle intemperie di questa brutta epoca.

Ho sentito un amico un paio di giorni fa, un tipo in gamba. Sapete cosa mi ha detto? “La crisi? Questo è solo l’inizio… Tutto quello che possiamo fare è cercare di essere migliori. Alla fine la resa dei conti arriva sempre…”

Grazie J.

LA PAPPETTA DELLA CRISI

Pubblicato: 25 febbraio 2009 da nekradamus in CRONACA, RIFLESSIONI
Tag:, ,
Ohhhh, da quanto tempo che non venivo da queste parti. Miei piccoli umani, mi spiace di avervi abbandonati per più di un mese, ma avevo i miei affari. I Demoni non stanno mai fermi, o almeno non del tutto. Posso godermi un bicchiere di vino ambrato e sedere comodamente sulla poltrona nella stanza più alta della mia torre, e nello stesso tempo muovere i fili di mondi distanti. Gor ovviamente pensa al resto. Code di ratti e ali di pipistrello…

La mia assenza è stata prettamente fisica, anzi no, virtuale… In verità non ho mai smesso di osservarvi, cercando come sempre di comprendere la vostra natura, perdendomi a volte nelle inutili ricerche dei soliti “perché”, per poi ritrovarmi a sorridere. Non esistono “perché” che possano giustificare le vostre bizzarre pratiche.

Prendiamo ad esempio la Crisi, come vi piace chiamarla. Ormai ha il suo nome e questo vi aiuta a conoscerla, a non temerla.
“La Crisi. C’è la Crisi. Per forza, è colpa della Crisi!”
Con queste cinque lettere vi siete già arresi. Non vi chiedete chi siano i responsabili di questa Crisi. Non cercate una spiegazione, ma vi accomodate stupidamente alla tavola imbandita apposta per voi, e iniziate a mangiare la pappetta che vi hanno preparato. È la solita pappetta, quella che vi rifilano ogni volta. Non sa di niente ma vi riempie lo stomaco.

Nessuno si chiede perché il demone nero, uscito da qualche piega dell’aria per salvare il mondo, si sia circondato di personaggi che hanno a che fare direttamente con le cause di questa Crisi. Nessuno si domanda se qualche responsabile sia stato portato a giudizio. La Crisi incombe ma nessuno dice nulla. Mangiate tutti insieme la pappetta della Crisi.

Che dire, siete curiosi…. Nell’universo esistono miliardi di forme di vita, ma voi siete semplicemente unici. Una razza abbietta di demoni masochisti, tra i quali a volte spuntano soggetti bizzarri, spesso pericolosi. Ma non temete. L’universo è al sicuro. Sono eoni che l’umanità è stata bandita, ripudiata, confinata ai limiti della galassia a ricercare il bandolo della matassa. Qualcuno a volte riesce a comprendere come stanno realmente le cose, e allora prende il volo. Ma soggetti simili diventano sempre più rari….

Buonanotte umani. Si, esattamente, avete capito bene. Buonanotte. Perché la notte più lunga è appena incominciata.

LINK CONSIGLIATI: The Crisis Project

FONTE: Nekradamus.bolgspot