Posts contrassegnato dai tag ‘ironia’

BREVE ANALISI DISINTERESSATA SULL’IRONIA

Pubblicato: 26 luglio 2010 da rivoluzionecreativa in FILOSOFIA, HUMUR, PENSIERO
Tag:, ,

di Massimo

Qualcuno disse (S. Guitry) che temere l’ironia significa aver paura della ragione. Questo mio modesto studio prova che non c’è comunione d’intenti tra l’una e l’altra, anche se, a volte, passeggiano a braccetto.

L’ironia non è la ragione, ma uno dei modi che la ragione utilizza per dire, senza dover anche dimostrare, di avere ragione. L’atteggiamento ironico ostenta una superiorità intellettuale che non si dovrebbe mai atteggiare, per questo si affida all’ironia che mette l’interlocutore in inferiorità, obbligandolo a essere ironico a propria volta per potersi difendere. È così che l’ironia si morde la coda senza riuscire a liberarsi da se stessa. L’ironia è messa peggio di una cane, perché quello prima o poi si prende un calcio che gli rompe il cerchio imponendogli una retta, mentre se si vuole mollare una pedata all’atteggiamento ironico non c’è altro mezzo diverso dall’atteggiamento ironico. L’ironia è un ergastolo comminato sia all’imputato che al pubblico ministero, e questo fa sospettare che l’ironia, oltre che giusta, sia anche imparziale. Basterebbe questo a provare che essa non potrebbe mai essere associabile alla ragione, perché la ragione ama stare da una parte sola.

ENTRA IN RIVOLUZIONE CREATIVA!


Add to FacebookAdd to DiggAdd to Del.icio.usAdd to StumbleuponAdd to RedditAdd to BlinklistAdd to TwitterAdd to TechnoratiAdd to Yahoo BuzzAdd to Newsvine

Like This!

Piccola premessa: quello che dirò successivamente sarà solamente una piccola e bonaria presa in giro verso quelle persone che si limitano a guardare solo i nomi delle leggi per poi crederci. Tipo quando il governo fece uscire il “Processo breve” e tutti discutevano sulla brevità dei processi senza però chiedersi cosa realmente quella legge andasse a toccare. In pratica avrebbe solo prescritto reati e quindi avrebbe creato solamente impunità… ma se l’avessero chiamata “legge dell’ impunità per i reati” o “processo morto” forse i cittadini si sarebbero un attimo incazzati… quindi come vedete i nomi che trovano per le leggi non sempre rispecchiano la realtà di quello che sono e spesso sono fatte per ingannare l’ingenuità dei più….

Ora veniamo a noi…

Prima o poi succederà che metteranno una tassa sull’aria. E’ sì perché quando respiariamo assorbiamo ossigeno ed emettiamo anidride carbonica e quindi inquiniamo. Purtroppo ci hanno creato così e anche al più ottuso degli italiani sarebbe difficile far mandar giù una tassa così assurda e quindi ci vuole soluzione… Idea! E se noi gli dessimo un altro nome??? Per esempio potremo chiamarla “tassa sulla fifa”… mmm tassa è meglio di no… non suona molto bene agli italiani questo nome… quindi la chiameremo “contributo pro figa”.

Ora trovato il nome bisogna trovare, imbastire, un ritornello per giustificare questa tassa perché potrebbe esserci qualche rompi coglioni che va a scrutare oltre il nome della nuova tassa… basterà dire che è un contributo per far sì che le nuove generazioni (ma anche le vecchie!) respirando meglio diverranno più fighe e qui bisogna puntar molto sulla “figosità” delle donne che è un argomento che attecchisce sempre i pensieri maschili!

Un contributo per avere un’Italia piena di fighe e figa! Perfetto… !

Ora immaginatevi trasmissioni tipo Porta a Porta dove politici discutono questa tassa. Magari da una parte Cicchitto o Gasparri che ci illustrano come loro tengono al cittadino italiano e immaginatevi Bruno Vespa con domande veramente serrate del tipo: “ma non pensate che avere un futuro con troppe fighe possa portare degli squilibri sociali?” e magari dall’altra parte un Bersani o Franceschini che invece dicono che pensare troppo alle fighe potrebbe discriminare l’uomo inteso come maschio della femmina!

In un angolino poi ci sarebeb Di Pietro che inutilmente cercherà di dire che ci stanno solo prendendo per il culo con il nome perché è solamente una tassa sull’aria… ma verrà subito bloccato da Vespa con “ohh ma non siete d’accordo su nulla, neanche sulla figa!”.

Alla fine il cittadino italico, bombardato da tutte queste false notizie in tv sarà un po’ confuso ma piano piano emergerà un dubbio che si tramuterà in domanda… “Vuoi vedere che Berlusconi sta dando più pilu per tutti?”

E così quando si recherà all’esattoria per pagare una tassa sull’aria che respira… uscirà probabilmente avendo un mezzo sorriso e un pensiero in testa… “ho scopato di più!”

Come vedete basta poco per renderci felici… basta cambiare il nome alle cose…

Saluti

MANIFESTI MOTIVANTI

Pubblicato: 14 agosto 2009 da Willoworld in APPELLI, HUMUR, INTERNET, PROGETTI, VARIE
Tag:, , , ,

I “Motivational poster” (manifesti motivanti)  sono ormai un fenomeno della rete, almeno per quanto riguarda la lingua inglese. In italiano non ne ho ancora visti a giro. Vorrei perciò lanciare una rubrica per iniziare un database di questi manifesti solo in lingua italiana.

Comporli è facile, ci vuole solo un po’ di fantasia. Se vi imbattete in un immagine che vi ispira qualcosa, provate a dargli un titolo e una “motivazione”, e il gioco è fatto. Usate questo tool veloce, oppure questo con più opzioni, e spedite i j-peg all’indirizzo info@willoworld.net. Verranno via via pubblicati su questa pagina.