Posts contrassegnato dai tag ‘Morte’

VITA DOPO LA MORTE

Pubblicato: 7 marzo 2011 da Willoworld in FILOSOFIA, PENSIERO, RIFLESSIONI
Tag:,

Quando affermo che la vita termina con la morte, dissentono da me i cristiani e gli ebrei, i quali credono a una vita dopo la morte. Ma su di un punto mi danno ragione: anche se si crede alla vita dopo la morte, non si tratta certo di un viaggio organizzato in un paese ignoto pagato in anticipo. Non si tratta affatto di un viaggio di piacere. C’è una vita dopo la morte sole se accade qualcosa già qui, nella nostra vita, che ci consenta di prendere parte a quel tipo di vita descritto dalle diverse religioni.

In sostanza, non dipende dal credere o meno in determinate affermazioni o dogmi religiosi su una vita dopo la morte, perché in ogni caso dovremo affrontare seriamente il problema della morte e non ci sarà consentito tentare di mascherarlo di sfuggirgli.

Erich Fromm – Problemi dell’invecchiamento

Immagine di: http://www.flickr.com/photos/familymwr/

Add to FacebookAdd to DiggAdd to Del.icio.usAdd to StumbleuponAdd to RedditAdd to BlinklistAdd to TwitterAdd to TechnoratiAdd to Yahoo BuzzAdd to Newsvine

Like This!

LA PAURA DELLA MORTE

Pubblicato: 20 gennaio 2011 da Willoworld in FILOSOFIA, PENSIERO, RIFLESSIONI
Tag:, ,

C’è una differenza tra l’avere un forte desiderio di vivere o l’avere una terribile paura della morte. La paura della morte cresce insieme al sentimento di non aver vissuto nel modo giusto, di aver condotto una vita senza gioia e senza senso. Un uomo davvero vitale non ha paura della morte perché trova la sua identità nel proprio essere e nella propria attività interiore.

Invece tutte le persone che, come la maggior parte di coloro che vivono nella nostra cultura, si identificano con ciò che hanno (con i beni materiali che posseggono, con la loro posizione sociale, con il loro prestigio, il loro potere e così via), si riconoscono nel motto: “Io sono ciò che ho”. Il loro Sé è la somma di ciò che hanno; la loro preziosa proprietà è il loro io, la loro persona. In loro la paura della morte non è tanto quella di non vivere più, ma la paura di perdere la cosa più preziosa che posseggono, la loro persona.

Bisogna prendere in considerazione le manifestazioni della paura della morte e del morire tanto consce che inconsce [tra cui vanno annoverati la negazione della morte, l’illusione dell’immortalità e il desiderio necrofilo di morte].

Molti uomini hanno infatti una grande paura di morire e perciò considerano un tabù la morte – in particolare la propria morte – tanto che hanno paura di fare testamento. Per tale motivo spesso questo atteggiamento patologico viene razionalizzato a livello conscio affermando che “non bisogna sfidare la sorte”. In realtà in ciò si annida un atteggiamento superstizioso: certe cose spaventose non possono essere nominate, perché già solo questo potrebbe farle accadere. Ci sono casi di persone che si suicidano perché hanno un’enorme paura della morte.

Erich Fromm – La Volontà di Vivere

Leggi anche: Da che parte stai?

Add to FacebookAdd to DiggAdd to Del.icio.usAdd to StumbleuponAdd to RedditAdd to BlinklistAdd to TwitterAdd to TechnoratiAdd to Yahoo BuzzAdd to Newsvine

Like This!

MUOION COME MOSCHE….

Pubblicato: 19 Maggio 2010 da Willoworld in MUSICA, PENSIERO, PERSONAGGI, RIFLESSIONI
Tag:, , , , , ,

Ragazzi, io mi tocco nelle parti basse perchè è proprio un periodaccio… stanno morendo come mosche! Di chi parlo? Beh, dei vecchi miti. In poco più di un mese ne son schiattati tre… Prima Peter Steele, che era anche giovane. Non che fossi un fan sfegatato dei Type’O’Negative, però Peter era un personaggio che conoscevo, e poi giovanissimo, neanche 50 anni! Coi suoi 2 metri e 01 sembrava indistruttibile, invece il cuore l’ha tradito… Pace all’anima sua.

Poi è stata la volta di Frank Frazetta, il grande illustartore fantasy, 82 anni certo, ma fa sempre un certo effetto. Il vecchio J., inseparabile compagno di avventure, se ne venne fuori coi “Troiai di Frazetta”, per indicare le cartine illustrate che giravano all’inizio degli anni ’90. Un altro mito che ci lascia, un’altra vecchia storia che si chiude…

Infine oggi son venuto a sapere della dipartita di Dio…. non l’omone con la barba, quello è da mo’ che se n’è andato… Sto parlando di Ronnie James Dio, cantante dei mitici Rainbow e dei Black Sabbath… Se l’è portato via il cancro, maledetto!

Insomma, la gente muore come le mosche, e noi rimaniamo a guardare, impassibili alla mietitura dell’oscura signora… per fortuna anche la morte può morire, come diceva il vecchio HPL. Perchè la morte muore laggiù dove nasce la leggenda…

E un’ altro se ne va!

Pubblicato: 18 marzo 2009 da cainos in SPORT
Tag:, , , , , ,

Anche se non e’ fresca di giornata, in questi giorni e’ stata data la triste notizia della morte di un’ altro famoso wrestler Morto!.
A soli 33 anni ci lascia il ben famoso, nel bene e nel male, Test, il tipico Big man che tanto piaceva a Vince ma che alla fine e’ sempre stato combattuto in coerenza, nelle varie federazioni in cui e’ approdato.
Uno stile di Lotta potente, che seppur niente di innovativo ha sempre portato un grande trasporto fra il pubblico, permettendogli di ritagliarsi una schiera di fan tutta sua.
Test e’ entrato e uscito da tutte le Federazioni piu’ importanti, e per piu’ volte.
Ha combattuto in Wwe WcW Ecw Tna, grande amico di Kevin Nash, proprio per la sua somiglianza gli fu chiesto di tagliarsi i capelli.
L’ ultimo Stint in WWe lo ha avuto con la neo ECW dove pero’ poi per vari motivi fini in maniera sbrigativa il suo Feud contro Bobby Lashley.
Test era famoso per il suo uso di Steroidi e il negarlo, proprio per questi motivi la WWE lo aveva sospeso nel wellness program e poi licenziato, Test non manco di rispondere con parole forti nel suo Blog, ma poi in piena linea con la sua coerenza accetto’ qualche emse dopo le cure a carico della WWE in una clinica di disintossicazione 8anche questa iniziativa facente parte del wellness program).
Al di al di tutto test era un Personaggio amato o odiato che fosse, e 33 anni per morire sono da vero troppo pochi!
Che dire riposi in pace, sembra che ogni due anni sia destinato a morire qualcuno di rilievo in questo ambito, per questa volta la WWE se l’ e’ Scansata! Test

Addio Gianfranco

Pubblicato: 16 luglio 2008 da cainos in CRONACA, PERSONAGGI, RIFLESSIONI, SALUTE
Tag:, , ,

Beh e’ il colmo che Io che mi reputo un portatore, quanto meno un cultore della Informazione mi renda conto solo dopo 2 giorni della Morte di un Personaggio Controverso ma che personalmente ho sempre ammirato come GianFranco Funari.
A quanto sembra i miei impegni mi portano realmente fuori da questo pianeta.

Cmq eccolo in una delle sue ultime interviste nel 2005 (anche eprche’ dopo malattie a parte mettendosi contro il Cavaliere di occasioni per apparire in televisione ne ha avute ben poche!!!)

Un sincero ciao GianFranco

da Cainos e Gianfranco e’ tutto I Lie I Cheat I Steal