Posts contrassegnato dai tag ‘nekradamus’

UNA SPRUZZATA DI DDT

Pubblicato: 15 ottobre 2008 da nekradamus in FUMETTI, POLITICA, RIFLESSIONI
Tag:, , ,

Italiani… poverini. Un popolo che conosco bene, perché la mia torre non dista poi molto dalla bella penisola fatta a stivale. In che brutta situazione si sono cacciati… e sono pure contenti, almeno secondo le ultime statistiche. Il demone che venerano ha un fascino indiscutibile. È proprio quella la sua arma più pericolosa. Al pari di un incantatore di serpenti o di un vampiro, inebria le menti di giovani anime, spaurite ed ingenue creature che assaporano l’immortalità attraverso le sue manifestazioni televisive, le parodie che propone, le meraviglie che ostenta. Un demone astuto, ma volgare, permettetemi di dirvelo. Anche i demoni hanno il loro onore, e questo Bilosco non ne detiene neanche un’oncia.

Ed infatti chi sono questi uomini e donne che pendono dalle sue labbra… Spiriti di basso regno, esibizioni di vita simili ai molluschi, carne movente senza cervello. Ecco chi sono. E questa italietta di inizio millennio ne è piena. Lombrichi, vermiciattoli, sanguisughe, scarafaggi, zecche. A milioni si riversano sulle strade, se ne vanno a lavoro, tirano avanti la macchinetta infernale. A sera se ne tornano nelle loro tane, accendono la televisione e venerano estasiati il loro nuovo dio, bello, sorridente, asfaltato.
Una spruzzata di DDT, ecco cosa ci vorrebbe.
“GOR, PREPARA LA POZIONE VAI!”

FONTE: Nekradamus

IL CROLLO

Pubblicato: 21 settembre 2008 da nekradamus in RIFLESSIONI
Tag:, , ,

L’uomo del ventunesimo secolo crolla insieme alle macerie delle sue torri, quelle di madreperla, quelle innalzate per ostentare la propria onnipotenza. Ho finalmente capito la pochezza che vi abita, umani travestiti da demoni. No, non siete altro che delle caricature dei miei fratelli, abitatori degli abissi, creature dell’ombra, lucertole di fuoco. Per troppo tempo vi ho osservato, apprezzando i vostri subdoli giochi, confidando peraltro in voi, perché ero sicuro che possedeste la carta vincente, l’asso piglia tutto, la matta oppure il jolly. Niente… Il vostro infallibile sistema si sta rivelando tutt’altro che infallibile. Nel frattempo continuate a parlare di spettacolo, di sport, di intrattenimento. La nave affonda e i suoi passeggeri se ne stanno buoni buoni sottocoperta, a vedere la nuova puntata del Milionario. Eppure ce n’erano state di avvisaglie, no? Si sapeva che quel dannatissimo iceberg stava venendo proprio addosso a voi!
Il grande castello del capitalismo si sgretola, è fatto di sabbia, non c’è bisogno di uno tzunami per raderlo al suolo. Basta un’onda birichina…
Dalla mia torre vi osservo, insensibile alla sofferenza, deliziato dalle vostre rocambolesche avventure.
Gor mi servirà la cena tra poco. Fegato di vitella, patate novelle passate nel burro e una coppetta di fragole al balsamico. Il tutto annaffiato da un bicchiere di Ornellaia. Come me lo sono procurato? Mi spiace, questi sono segreti da demoni…
Ho fatto apparecchiare il tavolino alla finestra. Prima di coricarmi sono curioso di vedere come chiuderanno oggi le vostre borse. Ho un altro brutto presentimento…
Ah, ah, ah! Ah, ah, ah!

FONTE: Nekradamus

UN CONSIGLIO DA DEMONE

Pubblicato: 2 agosto 2008 da nekradamus in RIFLESSIONI
Tag:, , ,

Non vi piace ascoltare, quando le parole stridono e la realtà traballa. Prigionieri di tre false parole; libertà, verità, felicità. Tre incantesimi che vi lanciano addosso da secoli, ma ancora non siete capaci di spezzare la maledizione. Riuscite davvero a dare loro un significato. Che cosa sono? Ditemelo!
Libertà… di cosa, verso chi, rispetto a che, in quale modo???
Verità… di chi? La tua, la sua, la nostra la loro?
Felicità… l’incantesimo più sottile e terribile. La vecchia carota davanti alla bocca del coniglio! Ma cos’è? Esiste davvero? Siete mai riusciti a vederla, toccarla, capirla?

Un piccolo consiglio da demone: smettetela di usare queste parole. Cancellatele per sempre dal vostro vocabolario. Sono pericolose! Sono le parole che fin dall’inizio dei molti mondi noi demoni usiamo per controllare i nostri servitori. A seconda del tempo e della dimensione assumono forme diverse, ma il loro scopo rimane sempre lo stesso.
Parlate di Libertà rimanendo prigionieri del concetto stesso di libertà.
Difendete la Verità credendo di essere depositari della conoscenza assoluta.
Cercate la felicità quando è proprio questa assidua e assurda ricerca che vi rende infelici.

Respirate.
Abbandonatevi.
Spengete la luce. Al buio le cose assumono un significato più calmo. Le energie si quietano. Allora forse potreste anche afferrare un po’ di quello che vi sto rivelando, piccoli uomini.

FONTE: Nekradamus

IL RISCATTO DEI VERMI

Pubblicato: 7 luglio 2008 da nekradamus in PENSIERO, POLITICA
Tag:, , ,

g8

Vorrei continuare a parlarvi, io demone sul pulpito del vostro mondo in declino, ma ogni volta diventa più difficile. Le mie parole si sgonfiano appena attraversano i vostri occhi. Perdono significato, diventano vuote, inutili… No, non ho motivo di aiutarvi. Ho assistito alla fine di altri mondi, e ormai mi sono convinto che ogni civiltà è destinata a crollare. È una legge fisica. Chi si arrampica in alto, prima o poi deve scendere, o altrimenti cadere.

Manca poco alle grandi guerre. Ma chi voglio prendere in giro!? Le guerre da voi non sono mai finite, e anche in quei rari momenti di pace, avete sempre continuato le vostre danze di violenza e dolore. Uno spettacolo affascinante per degli occhi perversi come i miei. Eppure mi sono stancato di guardarvi…

Osservo i demoni del vostro tempo riunirsi come al solito, complottare in segreto disegni a voi sconosciuti. Pensate che si preoccupino di voi… Ingenui! I loro obbiettivi sono talmente lontani dalla vostra comprensione che se ne scorgeste solo una minima parte vi togliereste la vita. Non offendetevi, ma per loro siete alla stregua dei vermi…

Ma anche i vermi hanno diritto di vivere, ed io l’ho ripetuto spesso ai miei colleghi. Nekradamus è un demone diverso. Potreste chiamarlo “progressista”. Mi viene da ridere… Eppure credo fermamente che l’equilibrio sia l’unica soluzione per portare avanti un universo. Le vostre microrealtà alimentano la macchina che intesse il grande disegno. Piccole, medie e grandi entità cosmiche risentono delle vostre scelte, delle parole che proferite, dei gesti che dispensate. L’amore, una variabile potentissima, la vostra unica arma di difesa. Usatela, così come il verme utilizza il suo corpo ad anelli per strisciare.

Vivete le vostre vite, piccoli uomini. Rigettate l’ombra espandendo luce. Anche un fiammifero può fare la differenza nell’assurda oscurità del cosmo.
Gli otto, insieme ad altre aberranti creature, continueranno i loro giochi di potere. Per loro rimanete dei vermi…
… eppure anche per i vermi arriva il giorno del riscatto. Tre metri sotto terra, al buio. Il banchetto avrà inizio. Abbiate fiducia. Arriverà anche per voi quel giorno…

FONT: Nekradamus

FUMETTISTI SI DIVENTA!

Pubblicato: 19 giugno 2008 da Willoworld in FUMETTI
Tag:, ,

Clikka la striscia per ingrandire.

Un altro tool carino per diventare fumettisti. A me é presa benissimo. Il mio nickname? Un omaggio al grande Nekradamus!

PEDINE DI ENTITÁ IDIOTE

Pubblicato: 31 marzo 2008 da nekradamus in FANTASY, OCCULTISMO, PENSIERO
Tag:, ,

cthulhu1.jpg

Io sono Nekradamus, e dall’alto della mia torre osservo il declino dell’uomo. Medito sulle vostre ipocrisie, cercando di comprendere quale sia la vostra vera natura. Siete demoni oppure vermi? Siete degli angeli caduti, o la prole di una divinità bizzarra, che si compiace nel vedervi arrabattare ogni giorno?
Continuate a chiedervi cosa sia giusto o sbagliato. Continuate a tracciare un percorso davanti a voi, senza tener conto di chi vi sta accanto. Pensate che esista una sola risposta per ogni domanda, ed il pensiero che ve ne siano moltissime vi spaventa. Fratello Dubbio e Sorella Morte… ne siete terrorizzati!
Attorno alla mia torre vi sono i boschi eterni, luoghi che appartengono a strane dimensioni. La foresta è il passaggio per il vostro mondo.
A volte spingo lo sguardo lontano, perché la mia vista può viaggiare con il vento, o venire accompagnata dagli occhi di un corvo. Allora vedo le vostre città bruciare, mentre la gente viene dilaniata dal fuoco. Vedo bambini urlare, mentre la loro pelle sfrigola sotto una pioggia inclemente di ordigni. Vedo la guerra… vedo la morte…
Quello è il vostro futuro, razza aliena, inafferrabile quesito di questo remoto angolo di cosmo. Siete giovani, ma nascondete dentro di voi una natura aberrante che mi fa pensare ai Grandi Antichi. Forse discendete dalle loro costole… Divinità idiote condannate ad un esistenza senza scopo…
Chi giace negli abissi marini ed attende il momento del risveglio?
Chi muove con i suoi tentacoli le pedine di questa assurda scacchiera?
Chi galleggia stupidamente dietro il velo, nell’attesa che il cancello venga aperto?
Il tempo è vicino…
“Gor! Portami dell’altro vino!”

FONTE: Nekradamus