Posts contrassegnato dai tag ‘tg3’

Guardate attentamente il video e ditemi cosa notate di strano!

La vicenda è di qualche mese fa; narra del processo Berlusconi – SME. Dove non è stato possibile condannare il premier perché ha cambiato le regole durante il gioco. Quello che prima era reato… ora non lo è più! Insomma fatevi furbi: se dovete fare reati prendete esempio da Zilvio e copiatelo, tanto lui cambierà le regole in corsa e sarete salvi anche voi:-D

Ha depenalizzato (lui e il suo governo) il falso in bilancio e si è salvato. Tutto regolare no? Come sono regolari i servizi della tv di Stato: 3 servizi identici, spiegazione dei perché quasi assente e chiosa finale del buon Silvio!

GIUSTIZIA E’ FATTA!

Mmm ora mi è più semplice capire perché questi politicanti, sia di Dx che di Sx, vogliono far chiudere i blog e siti affini!

Saluti

P.S.- La Casta si difende <—– clicca, leggi, ascolta e DIFFONDI! (L’unica arma che abbiamo è far sapere…)…

maria-cuffaroDopo le esternazioni di Dell’Utri (leggete) era naturale che arrivasse una replica.
Non citerò quelle politiche, fatte solamente per strumentalizzare il problema e non per analizzare il fatto per quel che è. Vi rimando all’articolo sul pluralismo .

La risposta a Dell’Utri l’ha data una giornalista del Tg3, Maria Cuffaro:

“A una prima lettura, sembrano parole farneticanti. Ma siccome arrivano da un signore che ha la sua storia, il suo passato giudiziario, da uno che considera Mangano un eroe, davvero non suonano carine…”

Le si può dar torto?

Come ho scritto anche io; quelle dichiarazioni nascondono qualcosa di subdolo, grigio e preoccupante. Non sono dirette ma lasciano intendere qualcosa… che cosa?

Maria Cuffaro dice:

“…un giudizio estetico che nasconde una censura è una cosa vigliacca, da regimi totalitari” […] “mi fa pensare a un’allusione non bella, a una minaccia velata, a quel “non mi piace la tua faccia” che si dice da noi… Perché qui non c’è una comunicazione diretta, ma un dire e non dire, che non è bello”

Infatti non è per niente bello. Specie se dette da un siciliano accusato e condannato per mafia…

Il clima non è dei migliori, specie per il servizio pubblico e lo sottolinea anche la giornalista che però controbatte:

“Se in tivù andrò vestita di rosa la prossima volta? Non credo proprio: piuttosto sceglierò il nero totale…”

Come non darle il nostro appoggio? Il mio sicuramente ce l’ha!!!

Saluti

FONTE