Posts contrassegnato dai tag ‘tolkien’

LA NUOVA OMBRA

Pubblicato: 2 giugno 2010 da Willoworld in FANTASY, GIOCHI, LIBRI, NARRATIVA
Tag:, , ,

Si è accennato nel post precedente di una campagna di Merp in corso sulla Quarta Era. Per l’occasione un gruppo stagionato di vecchie glorie del GdR si è riunito dando vita ad una manciata di entusiasmanti session all’ultimo tiro di dado (e anche all’ultimo bicchierozzo di vino!).

Master Demiurgus mi ha informato via skype della giocata e mi ha pian piano procurato tutto il materiale da lui redatto per l’avventura, materiale che verrà postato regolarmente su questo blog (vedi Libro degli Ent). La campagna, ambientata nella Quarta Era, si basa sulle poche conoscenze che abbiamo degli eventi posteriori alla Guerra dell’Anello. Uno dei rari reperti è un pezzo di JRR Tolkien che doveva essere l’incipit di un nuovo romanzo, intitolato The New Shadow. La ragione per la quale lo scrittore britannico non ha continuato questo progetto, ce la spiega lui stesso.

“Ho iniziato una storia che si svolge circa cento anni dopo la Caduta [di Mordor], ma si è rivelata sinistra e deprimente. Dato che abbiamo a che fare con uomini è inevitabile che si debba prendere in considerazione una delle caratteristiche più deprecabili della loro natura: il fatto che presto si stancano del bene. […] in epoche così antiche ci fu un fiorire di trame rivoluzionarie, incentrate su una religione satanica segreta; mentre i ragazzi di Gondor giocavano a travestirsi da orchi e andavano in giro a fare danni. Avrei potuto ricavarne un thriller con il complotto e la sua scoperta e la sua sconfitta – ma non ci sarebbe stato altro. Non ne valeva la pena.”

Il brano in questione è molto bello ed ho voluto presentarlo in una veste nuova (circola già in rete da qualche parte). Ho aggiunto qualche suggestiva immagine e l’ho caricato a questo link in formato PDF. Scaricatelo e leggetevelo, per scoprire che il male non muore mai. Al massimo si traveste…

FONTE: Storie di Ruolo

IL LIBRO DEGLI ENT

Pubblicato: 18 maggio 2010 da Willoworld in FANTASY, GIOCHI, LIBRI
Tag:, , , , , ,

Il Libro degli Ent è un omaggio particolare a quelle splendide creature arboree del Signore degli Anelli e un simpatico strumento per giocare il gioco di ruolo GiRSA. Redatto da Demiurgus per una campagna sulla Quarta Era, la Edizioni Willoworld lo ripropone in versione digitale scaricabile gratuitamente. Questo libro fa parte di una serie di progetti editoriali che la EW porta avanti dall’inizio della sua apertura, come il precedente Liber Invocationis. Si accettano collaborazioni e idee per nuove splendide intuizioni editoriali: info@willoworld.net.

SCARICA GRATUTAMENTE IL LIBRO IN PDF (12 pagine a colori – 8,1 MB)

Fonte: Edizioni Willoworld

All’indomani della deludente visione dell’acclamato The Book of Eli, film con Denzel Washington ambientato in un futuro post atomico che ricorda fin troppo Mad Max, non posso fare a meno di condividere un paio di considerazioni sul messaggio della pellicola. Il protagonista Eli viaggia verso ovest attraverso una terra desolata e violenta, portando con se quella che è, con tutta probabilità, l’ultima copia della bibbia sopravvissuta ai roghi. Carnegie, il cattivo di turno interpretato da Gary Oldman, si parerà sulla sua strada. Vuole a tutti costi il libro perché è consapevole con con le parole in esso contenute potrà regnare indomito sul nuovo mondo, manipolando a suo piacere gli uomini.
(altro…)

Dopo la “Caccia a Gollum”, fan-film del Signore degli Anelli uscito il maggio scorso, ecco un nuovo gustosissimo prequel dell’amata saga cinematografica. Provo un rispetto enorme per questi ragazzi che nel loro tempo libero si ritrovano a fare questi lavoretti. Oltretutto il risultato, messo accanto all’imponente trilogia di Jackson, non sfigura per niente.

Mentre il progetto “Lo Hobbit” di Jackson-Del Toro pare si sia arenato (dal blog ufficiale si dice che il primo film non vedrà la luce almeno fino a Natale 2012), i fan non riescono a star fermi. Questa nuova produzione è decisamente più pretenziosa della precedente. Durante i 70 minuti del film si narrano le vicissitudini di Arathorn, padre di Aragorn, e dei Dunadain braccati dagli orchi di Sauron. Si assiste alla nascita di Aragorn e alla love story triangolare tra Arathorn, Gilrael e Elgarain, il tutto condito con quelle atmosfere tipiche della trilogia; locations suggestive, paesaggi mozzafiato e una colonna sonora che fa il verso alla solita Lisa Gerrard. Avvalendosi anche di tecnologie di computer animation, i nostri paladini della pellicola sono riusciti anche a dare vita ad un dignitoso troll.

Insomma, se volete immergervi per un oretta nelle Terre di Mezzo e rivivere le emozioni del Signore degli Anelli, gustatevi questo filmettino, risultato di una splendida convergenza di menti creative e cuori positivi. Tutto nel nome dell’amata fantasy.

PAGINA UFFICIALE DEL FILM

GUARDA ANCHE: Caccia a Gollum

La Leggenda degli Astromanti è un progetto nato per gioco, proseguito per divertimento e conclusosi per diletto, insomma, alla maniera che piace a me. Nessuna logica di mercato, nessuna ambizione di successo, nessun altro intento se non quello di dare vita ad una storia attraverso parole, immagini e giochi di luce.

Conservo ancora alcuni appunti del lontano 1992 per un personaggio da gioco di ruolo, un “Astromante” appunto, da includere dentro una vecchia campagna di Dungeons & Dragons. Questo nuovo mago conosceva nuovi incantesimi e attingeva il potere direttamente dagli astri. Purtroppo non sono riuscito mai a giocarlo, ma l’idea di questo curioso stregone mi è rimasta in qualche intercapedine della mia testolina.

Quando poi ho incominciato il progetto di 101 Parole (brevi storie di fantasia) ho pensato di utilizzare questo personaggio per una mini-saga a capitoli (di 101 parole appunto) divisa in tre atti. Ne è nata una storia tra il mistico e l’allucinato, una fantasy abbastanza classica ma con un risvolto filosofico tutto da interpretare. Forse ai lettori apparirà ancor più vago di quanto mi aspetti.

Qualche mese fa mi è poi presa la voglia di scrivere anche un breve racconto che è una sorta di “prequel” agli eventi descritti nei tre atti. Ritrovandomi tutto questo materiale tra le mani ho pensato poi di farne un’opera compiuta e da lì è partita l’idea di trasformare tutto in un e-book illustrato. Ho scritto altri tre racconti brevi che ho inserito frammezzo agli atti e che descrivono eventi antecedenti alla saga di 101 Parole, ma che in qualche modo servono a delineare meno vagamente il mondo di cui narro la storia.

Per le immagini mi sono avvalso di alcune splendide fotografie della NASA e del telescopio Hobble che ho elaborato in chiave astratta con photoshop, cercando di ricreare questo mood filosofico-sognatore di cui l’opera è pregna. Durante la correzione finale ho apportato alcune modifiche anche ai testi di 101 Parole (senza mai alterarne il numero ovviamente) laddove ho ravveduto delle imprecisioni.

Per la copertina di questa pubblicazione digitale della Edizioni Willoworld ho chiesto aiuto al solito grandissimo Charles Huxley che se n’è venuto fuori con un’immagine davvero grandiosa, grazie anche alla foto di Voivodess (http://voivodess-stock.deviantart.com/) Quindi a questo punto non vi rimane che scaricare il PDF e spararvelo sull’e-book reader o semplicemente sul vostro PC. Buona lettura, anzi… Buon viaggio!!!

GM Willo

SCARICA LA LEGGENDA DEGLI ASTROMANTI IN PDF

In questo capitolo i protagonisti del libro finalmente s’incontrano ed i Misteri vengono in parte rivelati. É un momento importante per la storia perché si forma ufficialmente la compagnia d’avventura, nel classico stile della campaign classic, un vero e proprio “must” della fantasy moderna.

L’illustrazione di Charles Huxley sará disponibile nei prossimi giorni.

Dopo una lunga giornata a cavallo, Nicon ordinò finalmente di innalzare il campo per la notte. Le piane si estendevano fin dove l’occhio si perdeva, in ogni direzione. Era un paesaggio inconsueto per Limbo. Le terre che fuoriuscivano dallo strappo sotto il Sole Azzurro si alternavano in modo del tutto casuale, e solo raramente nascevano distese sconfinate come le pianure del vespro. Per attraversarle totalmente sarebbero state necessarie altre tre intere giornate di marcia… continua…

Mylo contava le pause ed i margini che componevano la giornata. Le guardie Arenty non avevano più bisogno di tenerlo d’occhio. Solo nella tenda, attendeva il ritorno del maestro, dileguatosi al mattino insieme a Tawares, primo ministro dei Testimoni di Seidon. Aveva smesso di porsi domande. Gli avevano fatto rientrare il mal di testa e si era sentito uno sciocco. Uno strano senso di abbandono aveva preso il posto della frustrazione. Adesso non temeva più per la sua vita, per questo gli era più facile lasciarsi andare.
Si era invece concentrato sul crepitio, improvvisando parole e gesti legati a dei piccoli incantesimi di sua conoscenza. Aveva provato a smorzare il rumore, ad evocare il potere sottilmente, schermando, mutando, offuscando l’eco della magia, come aveva visto fare al suo maestro il giorno prima. Nella semi oscurità della tenda era stato cauto, ed era riuscito anche ad ottenere alcuni risultati positivi. Se qualcuno lo avesse sorpreso a manipolare la realtà si sarebbe cacciato nuovamente nei guai.
«Non passa giorno senza che tu riesca a sorprendermi.» La voce era quella di Rivier, ma il maestro fece il suo ingresso solo dopo aver terminato la frase. Mylo sobbalzò, nascose le mani impegnate in strani gesti e solo dopo essersi reso conto che la voce era quella del suo amico riuscì a riprendere fiato… continua…

limbo_n_1 ver 2p

Il sole era nascosto da un velo di foschia color ocra, il paesaggio era privo di ombre e baluginava come una visione di un sogno, il vento soffiava ma era muto.
Jade vide la tenda in mezzo alle dune. Si proteggeva gli occhi con una mano mentre la sabbia le vorticava intorno. Sentiva il terreno sotto i piedi pulsare, oppure era il suo cuore che batteva più forte del normale e le rimbombava in ogni centimetro del corpo. Non avrebbe saputo dirlo. Ciò che sapeva era che suo padre si trovava in quella tenda, ed era sul punto di morire.
Si era fermata a due passi dalla sua guida, un uomo che si faceva chiamare Misar. Era vecchio, ma aveva un portamento elegante. Si sorreggeva con un bastone e la guardava con due occhi profondi, due fessure verdi sotto folte sopracciglia striate di grigio.
Lei era minuta ma aveva il volto fiero. I capelli le accarezzavano in onde brune gli alti zigomi. Gli occhi erano due pozze di tenebra, ma il loro taglio era dolce. Erano gli occhi di sua madre… continua…

FONTE: http://limbo2009.wordpress.com/

Sono ormai tre anni che lavoro a questo progetto, e devo ammettere che mi ha fatto diventare matto. Non ho abbastanza disciplina per dedicarmi totalmente ad un solo progetto per un tempo dilatato, e l’idea di un romanzo fantasy, benché quasi scontata per un amante del genere come me, si é trasformata col tempo in una vera e propria missione. Voglio finire questo maledettissimo Limbo, e questa volta ce la faró!

Ecco perché mi é venuta l’idea del libro-blog. Ad oggi ho scritto giá 13 capitoli di questo romanzo, piú diversi racconti e una cinquantina di pagine di appendici. Mi sono arentato piú volte, naturalmente, ma ho deciso di non postporre piú questa storia, perché poterle dare un degno finale ne vale davvero la pena, credetemi.

Limbo é una fantasy diversa. Ve la potrei spiegare con due righe ma vi rivelerei il mistero che é un po’ l’essenza di questa storia. Ho cercato di scostare il velo un po’ alla volta, capitolo per capitolo. Se desiderate scorire che cosa si nasconde dietro i cieli multicolori di Limbo, dovrete avventurarvi tra le pagine di questo nuovo blog.

Da domani, 4 settembre 2009, inizierá l’avventura. Ogni venerdí uscirá un nuovo capitolo o una storia legata a Limbo. Potrete visionarla sul blog o scaricare il formato pdf e leggerla con calma su qualsiasi supporto. Ogni capitolo sará illustrato dal mio compagno di avventure cibernetiche, Charles Huxley, che col photoshop non se la cava davvero male.

Se riusciró (e sputatemi in faccia e non terró fede alle aspettative) a terminare questo progetto, pubblicheró un libro attraverso la Edizioni Willoworld.

Segnatevi i venerdí sul calendario e il sito: http://limbo2009.wordpress.com

FONTE: Willoworld.net

In attesa della nuova saga di Jackson-Del Toro ispirata dal Lo Hobbit (che potrebbe diventare anche una Trilogia), arriva in rete una produzione indipendente di tutto rispetto, The Hunt of Gollum.  Guardatevelo anche in alta definizione a questo link. Il film è condivisibile in rete e abbraccia la filosofia del copyleft.

Buon viaggio nelle Terre di Mezzo!

Bookmark and Share

Aspettando il film di Gulliermo Del Toro, previsto per il 2012 (ricordiamo che saranno in realtà due film, vedi qui), guardiamoci questa animazione del 1977, che personalmente non ho mai avuto l’occasione di visionare.

Per quanto riguarda le novità sul fronte della nuova grande produzione di Peter Jackson, sembrerebbe che Viggo Mortensen non abbia nessun intenzione di lasciare il ruolo di Aragorn a qualcun altro. Menomale!
Anche Dominic Monaghan, Billy Boyd e Elijah Wood dovrebbero comparire nel film, mentre invece Sean Astin (il grande Sam) sembrerebbe che non sia interessato. È quasi certa anche la presenza di McKellen nel ruolo di Gandalf.

Sempre dal mondo dalle Terre di Mezzo, una notizia che riguarda un nuovo libro in uscita a nome di JRR Tolkien. L’ennesima trovata del figlio Christopher per ingrassare ulteriormente il conto in banca? Vedremo… Il titolo sarà “The Legend of Sigurd and Gudrun” e si tratterà di un’elaborazione in versi di una saga nordica, un’opera antecedente a Lo Hobbit e Il Signore degli Anelli. L’uscita del libro (in inglese) è prevista per questa estate.

Qui sopra la prima parte del cartone animato, qui invece la seconda, poi seguite i link su youtube.

Fonte delle notizie: The Hobbit Movie

BARBALBERO ESISTE!

Pubblicato: 3 ottobre 2008 da Willoworld in FANTASY, HUMUR, SALUTE
Tag:, , , , , ,

Qualche giorno fa sulla BBC hanno passato un documentario su questo strano caso di malattia cutanea che ha reso il giovane Dede una vera e propria leggenda. Indonesiano, 37 anni, padre di due figli, l’uomo albero é un caso unico al mondo. La prova dell’esistenza degli ENT!:))))))

Prima la Teoria delle Stringhe (l’universo elegante), ora l’uomo albero. Il nostro amico Tolkien la sapeva davvero lunga!!!

GUARDA I VIDEO SU DEDE 1 e 2.

Gulliermo del Toro (Hellboy – Pan’s Labirinth) sarà il regista di “Lo Hobbit”(atteso per il 2011), il film basato sul romanzo di Tolkien che anticipa il capolavoro del Signore degli Anelli. Ancora una produzione New Line con Peter Jackson che appare come produttore esclusivo. Rumori danno per certe le partecipazioni di Andy Serkis (Gollum-Smeagol) e Ian McKellen (Gandalf) , entrambi presenti nella trilogia di Jackson.

Il fatto più curioso di questo evento cinematografico è che ci sarà un sequel. Si dice che Lo Hobbit 2 (già in pre-produzione e in uscita nel 2012) cercherà di unire i puntini che legano i due libri, coprendo gli eventi di circa 76 anni.
Ma cosa è accaduto nella terra di mezzo dal 2942 Terza Era, anno in cui Bilbo tornò alla Contea con l’anello, al 12 aprile 3018, giorno in cui Gandalf raggiunse Hobbiville dando in inizio alla mitica avventura della Compagnia?

Ecco qui alcune indicazioni (tratte dagli Appendici del libro) per provare a speculare un po’ insieme su quale possibile trama potrà avere questo fantomatico Hobbit 2.

2944 Bard ricostruisce la Valle e diventa Re. Gollum lascia le Montagne in cerca del « ladro » dell’Anello.

2948 Nascita di Théoden figlio di Thengel, Re di Roban.

2949 Gandalf e Balin vanno a trovare Bilbo nella Contea.

2950 Nasce Finduilas, figlia di Adrahil principe di Dol Amroth.

2951 Sauron dichiara apertamente il proprio ritorno e raduna a Mordor le proprie forze. Incomincia a ricostruire Baraddúr. Gollum si dirige verso Mordor. Sauron manda tre Nazgul a rioccupare Dol Guldur. Elrond rivela a « Estel » il suo vero nome e la sua progenitura, e gli affida i frantumi di Narsil. Arwen, appena tornata da Lórien, incontra Aragorn nei boschi di lmladris. Aragorn parte per le Terre Selvagge.

2953 Ultima seduta del Bianco Consiglio. Si discute la questione degli Anelli. Saruman finge di avere scoperto che l’Unico Anello, sceso lungo il corso dell’Anduin, è scomparso nel Mare. Saruman si ritira a Isengard e ne fa la sua fortezza. Nutrendo per Gandalf gelosia e paura, gli mette delle spie alle calcagna e si accorge del suo interesse per la Contea. Allora invia degli agenti a Brea e nel Decumano Sud.

2954 Il Monte Fato avvampa nuovamente. Gli ultimi abitanti dell’Ithilien fuggono oltre l’Anduin.

2956 Aragorn incontra Gandalf e nasce così la loro amicizia.

2957-80 Aragorn intraprende i suoi lunghi viaggi e il suo peregrinare. Si fa chiamare Thorongil, e serve sia Thengel di Rohan che Ecthelion II di Gondor.

2968 Nascita di Frodo.

2976 Denethor sposa Finduilas di Dol Amroth.

2977 Balin figlio di Bard diventa Re della Valle.

2978 Nascita di Boromir figlio di Denethor II.

2980 Aragorn ritorna a Lórien dove incontra per la seconda volta Arwen Undómiel. Aragorn le dona l’anello di Barahir ed essi si giurano eterna fedeltà sulla collina di Cerin Amroth. Verso quest’epoca Gollum raggiunge i confini di Mordor e conosce Shelob. Théoden diventa Re del Mark.

2983 Nascita di Faramir figlio di Denethor. Nascita di Samvise.

2984 Morte di Ecthelion II. Denethor II diventa Sovrintendente di Gondor.

2988 Finduilas muore ancor giovane.

2989 Balin lascia Erebor e si reca a Moria.

2991 Eomer, figlio di Pomund, nasce a Rohan.

2994 Balin muore e la colonia dei Nani viene distrutta.

2995 Nascita di Eowyn, sorella Eomer.

3000 L’ombra di Mordor si estende. Saruman osa adoperare il palantír di Orthanc, ma viene irretito da Sauron che possiede la Pietra d’Ithil. Egli tradisce definitivamente il Consiglio. Le sue spie riferiscono che la Contea è rigorosamente custodita dai Raminghí.

3001 Festa d’addio di Bilbo. Gandalf sospetta che il suo Anello sia l’Unico Anello. Nella Contea la vigilanza viene raddoppiata. Gandalf cerca notizie di Gollum, e chiede l’aiuto di Aragorn.

3002 Bilbo, ospite di Elrond, si stabilisce a Gran Burrone.

3004 Gandalf si reca da Frodo nella Contea, e ripete le sue visite saltuarie durante i quattro anni successivi.

3007 Brand, figlio di Bain, diventa Re della Valle. Morte di Gilraen.

3008 In autunno, ultima visita di Gandalf a Frodo.

3009 Gandalf e Aragorn, in cerca di Gollum, per tutti gli otto anni successivi ispezionano le valli dell’Anduin, il Bosco Atro e le Terre Selvagge sino ai confini con Mordor. A un certo punto, durante questi anni, Gollum si era spinto sino a Mordor ed era stato catturato da Sauron. Elrond manda a chiamare Arwen, che ritorna a ImIadris; le Montagne e tutte le regioni orientali sono diventate pericolose.

3017 Gollum viene liberato dal potere di Mordor. Trovato da Aragorn nelle Paludi Morte, viene condotto da Thranduil nel Bosco Atro. Gandalf si reca a Minas Tirith e legge la pergamena d’Isíldur.

Ovviamente la cronologia di questi ultimi eventi verrà deturpata per far tornare il film, dato che nella prima pellicola di Jackson la “Festa a lungo attesa” coincide più o meno con la dipartita di Frodo (nel libro passano 18 anni!).

Insomma, stiamo a vedere quello che ci combineranno questi benedetti neozelandesi! La trilogia è stata bella, anche se con gli sfondoni che hanno tirato hanno fatto rivoltare nella tomba il grande JRR.
Ma alla fine è solo intrattenimento, e a me va bene anche così!

L’ENCICLOPEDIA DI ARDA

Pubblicato: 5 giugno 2008 da Willoworld in FANTASY
Tag:, , , ,

Una segnalazione veloce per gli amanti del Signore degli Anelli, di Merp e della fantasy in generale. L’enciclopedia di Arda é un ottimo strumento di ricerca nei mondi Tolkeniani. Per adesso é solo in inglese e francese.