Posts contrassegnato dai tag ‘travaglio’

Finalmente ce l’hanno fatta a far uscire Santoro e il suo programma dalla Rai! Evidentemente davano troppo fastidio!


Fonte:
CLICCA

Saluti

Annunci

Una riflessione su alcuni temi trattati dall’emittente di Stato Rai che ormai ha toccato il fondo e non le resta altro che scavare, stendersi e farsi seppellire. A parte Annozero il resto è scadente. Dalla Setta che parla di quanto è invidiato Berlusconi(contornata da tanti lacchè pronti a dire la loro) a Bruno Vespa che invece di trattate argomentazioni importanti e attuali si rifugia come suo solito dietro delitti irrisolti.

Saluti

Rai Per una Notte

Pubblicato: 30 marzo 2010 da cainos in EVENTI, HUMUR, INTERNET, POLITICA
Tag:, , , ,

ciao a tutti,
Molti di voi avranno seguito la bellissima trasmissione di Rai per una Notte, Molti sono rimasti colpiti dalla performance di Luttazzi, che si riconferma un vero e proprio Genio, non che un nuovo manzoni data la Corposa e forte Metafora sulla situazione dell’ Italia e il Sesso ANAle 🙂 ma devo ammettere che questo intervento piu’ moderato di Travaglio e’ altrettanto piacevole, la cosa buffa qui e’ che non c’e’ stato bisogno di romanzare hanno fatto tutto da se, non credo ci sarebbe stata la possibilita’ di scrivere un copione migliore 🙂


da Cainos e’ tutto I Lie I Cheat I Steal

E’ una Conguiura, i magistrati congiurano contro di me, beh forse e’ anche vero, ma possibile che tutti siano sempre a congiurare su Berlusconi…

La stampa afferma il falso e’ mendace, sono solo calunnie, possibile che solo la stampa soggetta ai favori del Leader dica sempre e solo la verita’ e l’ altra invece sia solo un manipolo di cospiratori?

Sempbrerebbe di si, il problema e’ che il fenomeno si e’ spostato anche in Europa dove giornalisti e testate importante mettono in luce notizie e avvenimenti che in Italia non vengono presentati.

Ma si tratta di parlare male di Berlusconi? Potrebbe essere, ma se il fatto fosse che parlare bene di Berlusconi non e’ possibile? Io non posso seguire una informazione che sia legata la premier Italiano, perche’ prima di essere premier e’ uomo, e un uomo con potere, e se io fossi al posto suo come chiunque di noi, e controllassi in un modo o nell’ altro una parte di informazione, non mi sognerei mai di farla propagandare contro la mia persona, e questo e’ indubbio.

Dall’ altra parte e’ ovvio possibile che vi sia una forzatura opposizionista, ma quando iil fenomeno esce dall’ Italia e arriva anche all’ estero la teoria tanto millantata di una informazione comunista cade inesorabilmente.

Vogliamo metterci poi anche i recenti disguidi con il presidente della camera Fini….. Insomma non vorrete mica dirmi che Fini e’ di Sinistra?? no Perche’ il punto rimane il solito, anche io in questo momento sono di sinistra, come si dice qualcosa contro Berlusconi si e’ di Sinistra, la situazione e’ paradossale perche’ veramente sembra di vedere Golddrake contro i Venusiani, e la Vita non e’ proprio cosi’!!

ecco un bel video di 5 minuti che spiega un’ altra ombra che sembra aleggiare sopra la testa del premier, ma sicuramente anche questa sara’ una manipolazione di Sinistra!!!!

Guardatela , da Cainos e’ tutto I Lie I Cheat I Steal

INFOBIOTICI

Pubblicato: 16 febbraio 2009 da Willoworld in INTERNET, PENSIERO, POLITICA
Tag:, , , ,

DI PAOLO BARNARD
paolobarnard.info

E’ disperante. Siamo tossicodipendenti da informazione. L’urlo che si leva dalle masse degli italiani attivi infodipendenti è sempre il medesimo: informateci, non mollate, ancora dosi, grazie! La risposta degli abili pusher è di inondare il mercato della sostanza.

I Travaglio, Corrias, Ricca, Gomez, Barbacetto, Grillo ecc. di oggi spacciano infodosi massicce ricalcando le orme degli Scalfari, Costa, Ferrieri, Guarino, Ruggeri, Staiano di ieri. Il mercato dell’infodipendenza è inarrestabile, il pubblico consuma informazioni di ogni sorta a rotta di collo, quelle cosiddette ‘libere’ in particolare, attraverso un’immensa rete di Antisistema che serpeggia fra prime serate tv, riviste patinate, librerie, dibattiti, filmati in rete, teatri, blog, libri, manifestazioni, V-day e quant’altro. Ma Silvio Berlusconi è al suo terzo mandato, la Lega detta legge, l’Africa muore o affoga a Lampedusa, l’Italia fa la guerra e la putredine del tessuto civico dei bugiardi, evasori, leccaculo, venduti, servili, raccomandati, ladri, mafiosi, massoni, qualunquisti, sciovinisti, furbetti italiani è la stessa di 20 anni fa. Probabilmente, secondo alcune stime, persino peggio. Sanità, scuola, università, amministrazioni, giustizia, finanza, politica, non-trasparenza e non-modernità sono cementificate nella vita del Paese.

Metafora: un paziente viene ricoverato con un focolaio al polmone, viene messo sotto terapia antibiotica B. Ancora antibiotico B, poi di nuovo antibiotico B, altro antibiotico B, doppia dose di antibiotico B, antibiotico B a infusione continua… alla fine il paziente sviluppa una broncopolmonite fulminante, è in rianimazione. Qualcosa non va in quell’antibiotico, appare ovvio.

L’informazione è la stessa cosa. E’ l’antibiotico che dovrebbe curare la collettività dai suoi mali. La collettività italiana è sotto terapia da 50 anni, da almeno 17 la terapia è intensivalternativa, l’infobiotico è pompato in dosi massicce nei nostri cervelli, a ritmi sconosciuti persino dalla più estrema pratica medica, ma l’ammalato è comatoso, e vacilla sulla soglia della fase terminale. Qualcosa non va in quell’infobiotico, appare ovvio. O no? Ne volete un’altra dose?

Non risulta chiaro a voi tutti che a fronte di una quantità colossale e ossessiva di informazioni, di mezzi per ottenerle, di rapidità nel diffonderle, il progresso dei cittadini nell’usarle per cambiare l’Italia sia rimasto un nano, in regressione persino? Non c’è qualcosa che non va qui signor Travaglio, signor Ricca, signor Vauro, signor Grillo, signora innominabile di Report? O no? O volete somministrare un’altra dose ancora?

Posso riproporre qui, a voi tutti, di piantarla di rincorrere le informazioni? Perché quello che non va lo sappiamo alla nausea, lo sapevano già alla nausea i nostri nonni, ce n’era abbastanza già allora per fare la rivoluzione nelle piazze. Posso riproporre che piuttosto che infodrogarsi dovremmo imparare ad agire? Tutti, non i soliti 0,2%. Cioè pensionare i ‘paladini della controinformazione’ (grazie, siete stati utili, Barnard incluso), e tornare a fare quello che uomini e donne comuni fecero dal ‘700 al ‘900? Cioè cambiare la Storia?
v Oppure ditelo: ne siamo incapaci, troppa fatica, meglio l’infobiotico e rimanere inutili. Fatti da parte Barnard, c’è Annozero stasera.

Paolo Barnard
Fonte: http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=96

Ragazzi ci riprovano in Sardegna. A fare cosa? Semplice; ad accaparrarsi la regione infarcendo la campagna elettorale di balle per vincere le elezioni regionali.
Vi ricorda niente quello che è successo in abruzzo lo scorso mese? Beh la tecnica è sempre quella!

Questa volta Byoblu alza il tiro e chiede di mandare e-mail a tutti gli organi di informazione italiani. In abruzzo l’iniziativa scosse l’opinione pubblica locale, ora proviamoci con quella nazionale…

Vi lascio il link del blog di Byoblu dove potrete trovare la e-mail già compilata con tutti gli indirizzi pronta per essere spedita.

Io l’ho già mandata. Ora fatelo anche voi e diffondete l’iniziativa.

Saluti

P.S.- Vi lascio i video della manifestazione di piazza Farnese svoltasi ieri 28 gennaio: 1 2, 2/a, 2/b, 2/c 3 4 5, 5/a 6.

MARCO TRAVAGLIO – ANNOZERO 11/12/2008

Pubblicato: 12 dicembre 2008 da Willoworld in POLITICA
Tag:,

ANNOZERO: Travaglio e il questionario di Obama

Pubblicato: 22 novembre 2008 da Willoworld in POLITICA
Tag:, , ,

Suggerimenti per caricare le foto giuste per il programma consigliato nel post precedente: Sparagli!

gronoredellutri1Questo signore, che all’anagrafe si chiama Marcello Dell’Utri, parla!

In un paese normale non solo non siederebbe alla poltrona di una carica istituzionale tanto importante e prestigiosa, ma non gli sarebbe permessa neanche la libera circolazione perché chi è condannato per mafia dovrebbe stare in altro loco (carcere???).
E invece siamo in Italia e qui più sporco sei e più in alto stai. Per rendersene conto basta guardare il Presidente del Consiglio!
Siccome questa gente oltre ad essere impunita è pure faccia di bronzo si può permettere di dire qualunque cosa, con tanto di cassa di risonanza mediatica e senza nessuna preoccupazione, tanto non gli faranno niente, male che vada riceveranno un premio.

E così, non si sa mandato da chi o per bocca di chi, Dell’Utri esterna duramente contro la Rai:

“Io – spiega – penso che qualcosa per forza dovrà cambiare, non so cosa, con la nuova Rai, ma comunque qualcosa cambierà”

Starà alludendo al fatto che la Rai da anni è bloccata dalla cappa partitica e forse bisogna trovare una soluzione per renderla più snella e sdoganata dai giochi politici e di potere? Io sarò maligno ma non penso si riferisca a questo… vero???

Continua:

“Le notizie, certo, bisogna darle, sennò si torna al fascismo, ma c’è modo e modo di comunicarle. Magari con conduttori più gradevoli di adesso”

Ma cosa sta cercando di dire??? Sono in malafede io oppure c’è qualche messaggio trasversale che va letto tra le righe? Signori ho paura a rispondere, ma vedendo quello che è successo negli ultimi anni a me questa pare una minaccia travestita da opinione… Prosegue:

“Io guardo il Tg3 – attacca Dell’Utri – e vedo che ci sono degli anchorman che hanno già una faccia un po’ gotica, un po’ dark. Sicuramente, ce ne sono più in Rai che sugli altri network. Credo che il direttore del telegiornale dovrebbe dimostrare un maggiore esprit de finesse in queste cose. Farle, dirle lo stesso, ma magari con un’altra espressione

A questa esternazione quale significato possiamo attribuirle? Mi viene paura a pensare che certi politici possono usare questo linguaggio mafioso/minaccioso verso aziende che dovrebbero (il condizionale è obbligatorio quando si parla di queste cose…) essere libere e linde!!!

Ma non finisce qui, il Dell’Utri spazia a tutto campo e naturalmente non poteva mancare un attaco alla magistratura (strano eh!). Parlando di Saviano e del suo libro, che denuncia la mafia, trova il modo per dare una stilettata alla categoria:

“C’è e ci sarà finchè esiste la mafia ed è un bene. Credo, tuttavia, che, allo stato attuale, il rapporto tra costi e benefici sia assolutamente sproporzionato, soprattutto quando alcuni procuratori antimafia “fanno politica.”

Della serie: riducete il potere a questa magistratura e soprattutto a quei magistrati che si adoperano realmente contro la mafia! Infatti la chiosa, neanche a dirlo, è contro Caselli:

“È giusto che l’Antimafia faccia il suo lavoro e si impegni. Certamente tra le tante richieste e le tante accuse che ha lanciato e formalizzato, alcune sono finite nel nulla. Antimafia sì, insomma, ma evitando di fare politica”

Continua:

“Non solo l’Antimafia, quanto piuttosto i procuratori di Palermo hanno usato molto e a sproposito lo strumento dell’aggressione politica. Io, onestamente – rivendica il senatore – me ne sento in assoluto una vittima. Non ci sarebbe stata l’accusa nei miei confronti se non ci fosse stata la grande affermazione di Forza Italia in Sicilia nel 1994. Più che intercettazioni, a inchiodarmi sono state dichiarazioni di pentiti suggerite, perché in molte inchieste molti pentiti hanno parlato di me due anni dopo le loro confessioni.”

Ma vi rendete conto quanta demagogia c’è in questa dichiarazione? A me cadono le braccia…
Caselli è stato, dopo Falcone e Borsellino, il quale ha preso il loro posto dopo le stragi, il procuratore di Palermo più efficiente ed efficace che la magistratura abbia riscontrato. Ne è la dimostrazione tutto il veleno che la politica gli ha buttato addosso, da Berlusconi a Dell’Utri per arrivare a Violante. E’ vergognoso quello che dice Dell’Utri ed è per questo che vi invito a leggere “Mani Sporche (1 2 3 4 5 6) di Marco Travaglio così capirete bene chi è stato il carnefice e chi la vittima!

Ma non è finita e a dimostrazione che questo signore non può stare dalla parte della giustizia ci sono queste dichiarazioni che rilascia a favore del mafioso Mangano:

“Malato com’era, sarebbe potuto uscire dal carcere e andare a casa, se avesse detto solo una parola contro di me o contro il presidente Berlusconi. Invece non lo ha fatto. Per me è un eroe, a modo suo.”

Mangano è stato condannato per mafia e per molti crimini fra cui l’omocidio. Era l’amico di Dell’Utri (il luogotenente in Sicilia) nonché lo stalliere di Villa Arcore.

In conclusione; poteva mancare una chiosa a favore della scuola e del Dl Gelmini? No! E infatti…

“Concordo – sostiene Dell’Utri – con quegli internauti che definiscono “figli del fascismo rosso” quegli studenti che impediscono con la forza ad altri di studiare e di frequentare le lezioni, se è vero che, nell’accezione comune, tutto ciò che impedisce qualcosa agli altri è fascista.”

E’ in questi frangenti che mi vergogno di essere italiano. Quando vedo com’è ridotta la nostra penisola da persone che tutto dovrebbero fare meno che avere incarichi pubblici. Specie di quello spessore… e poi qualcuno rivendica un contraddittorio a Travaglio quando va da Fazio (Che tempo che fa)… mentre poi non si dice niente quando vengono dette certe porcate…

Saluti (incazzati).

P.S.- Ho messo molti link nell’articolo, guardateli perché sono veramente interessanti.

FONTE

ABBAGLI

Pubblicato: 21 ottobre 2008 da Willoworld in POLITICA, RIFLESSIONI
Tag:, ,

ATTENZIONE: DA MANEGGIARE CON CURA….

In Italia c’è una congiura accidentale fra la politica e l’antipolitica che ha come risultato il medesimo punto d’arrivo: impedire ai cittadini di agire sui problemi più gravi che li affliggono. In questo senso, Silvio Berlusconi, Gianni Letta, Bruno Vespa e soci vanno a braccetto con Beppe Grillo, Marco Travaglio, Piero Ricca e compagni. I primi hanno un preciso interesse nell’agire: il mantenimento del loro potere e quello dei loro sponsor nazionali e internazionali. I secondi hanno un interesse non dissimile: il mantenimento della loro fama e del loro ego ipertrofico, che alla fine sono potere, travestito da passione civica. I metodi però sono molto differenti.

Quelli del potere politico sono noti. Più subdoli e meno citati sono quelli dell’antipolitica, ovvero dei leader dell’antipolitica. Essi hanno lavorato e lavorano ormai da anni per contagiare i cittadini attivi con una febbre, con una sorta di frenesia incontrollabile, un’ossessione esponenziale che riguarda Silvio Berlusconi e ogni suo trascorso, ogni suo collaboratore, contatto, conoscenza, ogni sua mossa, processo, lite, decisione, idea, parola, battuta, tic, smorfia, tutto. Decine di migliaia fra dibattiti, libri, blog, articoli, documentari, film, serate, comunicati, volantini, manifestazioni, discussioni, notti insonni, grida e furie rincorrono ossessionati il Cavaliere e i suoi, ogni giorno, da anni, moltiplicato per centinaia di migliaia di italiani in un chiasso che fa uscire di senno. E infatti sono tutti usciti di senno. Come se Arcore fosse il centro cosmico dei destini di questo nostro Paese.
(altro…)

ANNOZERO – TRAVAGLIO. 9 Ottobre, 2008

Pubblicato: 10 ottobre 2008 da Willoworld in PERSONAGGI, POLITICA
Tag:, ,

TRAVAGLIO – ANNOZERO 2-10-2008

Pubblicato: 4 ottobre 2008 da Willoworld in POLITICA
Tag:,

E’ Ottobre,l’ora X è vicina!
L’11 di questo mese inizierà la raccoltà firme per il Referendum abrogativo del Lodo Alfano.
Bisognerebbe fare un po’ di passaparola perché non è stato,e non è,molto pubblicizzato,purtroppo neanche dall’ideatore,Antonio Di Pietro dell’Idv.Cmq spero che in questi ultimi giorni ci sia un’impennata,perché pare che 1 italiano su 4 non conosca neanche superficialmente l’argomento!
L’11 Ottobre si andrà a firmare per abrogare una legge vergogna.Questo il quesito proposto:

“Volete voi è il quesito che si vuole sottoporre agli elettori che sia abrogata la legge 23 luglio 2008, n. 124, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 173 del 25 luglio 2008, recante Disposizioni in materia di sospensione del processo penale nei confronti delle alte cariche dello Stato?”.

Sul perché sarebbe incostituzionale il Lodo Alfano vi rimando al video del buon Travaglio,che come sempre analizza accuramente le vicende per poi darne una semplice e diretta spiegazione.
Mentre a seguire una giusta spiegazione di Antonio Di Pietro:


Mi raccomando;le firme sono importanti per raggiungere il quorum che è fissato nel 50% + 1 degli aventi diritto al voto.Nel caso contrario,seppur dovesse vincere il sì,il referendum non avrebbe valore abrogativo.

Passate parola!

ANNOZERO 26-09-2008 Travaglio su Alitalia

Pubblicato: 27 settembre 2008 da Willoworld in POLITICA
Tag:, ,