La palla di vetro

Pubblicato: 2 luglio 2010 da 3my78 in MEDIA, POLITICA, RIFLESSIONI
Tag:, , , , , , ,

A noi manca consapevolezza di ciò che accade. Ha ragione Orsobyanco quando dice che sembriamo dei carbonari nascosti in Rete per riunirci tra di noi per parlare di quello che non va. Ha ragione! Sembriamo dei pazzi rinchiusi in una palla di vetro che urlano… e chi ci vede dall’ esterno vede delle persone che si sbracciano, urlano e si dimenano… ma senza sentirle… e probabilmente il pensiero sarà: “ma vedi quei pazzi”.Già noi siamo quei pazzi, quella minoranza che usa la Rete e si indigna per tutto quello che non va… e si incazza ancora di più quando nel Tg1 (che dovrebbe essere il Tg più imparziale) dà notizie come quella su Dell’ Utri nella quale si conta a ripetizione la parola “assoluzione”, “assoluzione”, “assoluzione” dove “infiocchettano” un servizio che per le orecchie di uno poco allenato potrebbe risultare come l’ ennessima vittoria di Berlusconi verso tutti quelli che lo infangano senza ragione. Oppure l’editoriale di Studio Aperto… basta che lo guardiate da voi per farvi un’idea… nel quale Berlusconi viene dipinto come una vittima di un sistema compatto che lotta esclusivamente contro di lui! E questi solo solo degli esempi di una lunga serie… ma se tutte le tv a fronte comune parlano con i medesimi toni, se poi trovi gli stessi riscontri nella maggior parte della carta stampata allora forse pensi che ti stiano dicendo la verità! Insomma molte persone giustamente non hanno molto tempo da dedicare all’ informazione, pensate a chi si spacca la schiena tutto il giorno e ritorna a casa la sera, magari ha pure dei figli ai quali deve dedicare attenzione, una moglie e quant’altro… sicuramente non avrà molta voglia di mettersi in Rete per vedere quante cazzate sono state dette oggi! Al massimo accenderà la tv per vedere qualche Tg, magari di quelli finti imparziali che sono peggio degli altri, e si informerà così… anche perché se dovesse cercare riscontri in altri Tg o giornali il tenore dell’ informazione sarà il medesimo e quindi come non finire per credere a quello che ti dicono???Si rimane senza parole…

Ma c’è una soluzione?

Forse nel breve no, fin quando la gente continuerà a credere alle tv… fin quando la mentalità non andrà a cambiare perché io sono certo che molti sanno di cosa stiamo parlando, magari non in maniera approfondita ma lo sanno, ma probabilmente il menefreghismo vince come se tutto ciò non li riguardasse, come se stesse capitando in un altro mondo…Gli indiani erano stipati nelle riserve, noi peggio ancora, ci hanno messo dentro una palla di vetro nella quale non si sentono neanche le urla e chi ci vede nota solo delle persone arrabbiate che muovono la bocca… siamo noi i pazzi mica loro!!!

Saluti

Annunci
commenti
  1. mukele ha detto:

    Permettimi di dissentire. Io ho lavorato per anni 12-14 ore al giorno (senza ottenerne risultati economici, è vero… ma questo non conta). Ma scusare quelli che lavorano per non occuparsi della LORO stessa esistenza, questo mi sembra buonismo nei confronti della gente. Un volerla scusare a tutti i costi. Quelli che fanno i soldi, che la mettono in culo agli operai che non hanno il tempo di informarsi, anche lavorando 18 ore al giorno stai tranquillo che si “informano” sul modo un cui possono inculare il prossimo.
    Nessuna scusa possibile. Nessuna scusa a chi ha avuto il diritto-privilegio-dovere di studiare per anni, ma l’ha fatto solo per scaldare una sedia di fronte ad un banco. E non ha capito che ciò che si chiama politica LO RIGUARDA molto più di quanto lui creda.
    Io credo che se si continua a guardare al “popolo” in maniera buonista si commette lo stesso errore di considerare la “gente” onesta e solo i governanti corrotti; la gente che paga le tasse e solo alcuni che evadono; la gente che è tollerante mentre i partiti razzisti, e via discorrendo.
    🙂

  2. mukele ha detto:

    In quanto alla palla di vetro poi, sarà anche vero. Ma preferisco restarci dentro e poter dissentire ed esser preso per matto. Che stare dall’altra parte del vetro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...